Politica / Politica

Commenta Stampa

Secondo il sindaco la situazione è sotto controllo

Rifiuti, De Magistris: "Non ci sarà nessuna emergenza"


.

Rifiuti, De Magistris: 'Non ci sarà nessuna emergenza'
16/03/2012, 13:03

Clini–De Magistris, atto secondo. A distanza di dieci giorni dal primo scontro, il ministro dell’Ambiente è tornato sul tema termovalorizzatore e lo ha fatto in occasione dell’approvazione alla Camera del decreto ambientale che in sostanza reintroduce l’obbligo di trattativa con le singole Regioni per portare fuori i rifiuti e che espelle tutte le aree che sono protette da vincolo ambientale, come la cava del Castagnaro a Quarto. Un provvedimento che il sindaco di Napoli aveva giudicato “contro la Campania” mentre il ministro lo riteneva, al contrario, un decreto “che aiuta la regione”. A chi gli ha chiesto se questo ulteriore emendamento possa far tornare lo spettro di una nuova emergenza spazzatura, De Magistris ha risposto: “Non c'é nessuna emergenza e non ci sarà nessuna emergenza, la situazione è sotto controllo. Stiamo lavorando bene, il governo e il Quirinale sono informati, ognuno conosce i passi che si devono fare e quindi non ci sarà più nessuna emergenza né in città né in Provincia”. De Magistris precisa inoltre che in Parlamento è passato "un emendamento sbagliato, un comportamento che io non ho apprezzato e come me anche il presidente della Regione e il presidente della Provincia, ma rispettiamo la decisione del Parlamento, senza però creare allarmismi ingiustificati"E sulla questione termovalorizzatore cara al ministro dell’Ambiente Clini, precisa: “Non voglio fare polemiche con il governo. Clini conosce il mio pensiero che è un pensiero coerente, mentre qualcun altro ha un pensiero a giorni alterni. Le targhe alterne le abbiamo superate da tempo in questa città”.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©