Politica / Politica

Commenta Stampa

Rifiuti, Femiano (Ugl): "Ennesimo ultimatum dall'Ue Basta temporeggiare"


Rifiuti, Femiano (Ugl): 'Ennesimo ultimatum dall'Ue Basta temporeggiare'
23/11/2011, 09:11

“Senza un ciclo integrato di rifiuti, senza il trattamento e lo smaltimento degli stessi grazie ad impianti quali inceneritori o compost, il male della Campania resterà incurabile. L’Ugl lo aveva detto e, lo ribadisce ancora una volta, chiedendo alle Istituzioni una presa di posizione concreta e risolutiva dell’emergenza ormai cronica e decennale. Ma l’unica risposta giunta a noi è l’ennesimo ultimatum dell’Ue che chiede la presentazione, in tempi rapidi, di un piano rifiuti. Se l’Ue, infatti, non avrà la risposta entro venerdì, allora sarà inflitta una multa di decine di milioni di euro all’Italia”.

Lo dichiara Vincenzo Femiano, segretario regionale Ugl Campania, in merito all’avvertimento della Commissione Europea pubblicato oggi su ‘Il Mattino” aggiungendo che “non si può scherzare sulla pelle dei cittadini e di un territorio che sta pagando a caro prezzo le conseguenze dell’emergenza rifiuti. L’Ugl non accetta che l’Europa veda Napoli come la ‘piaga’ dell’Italia, come la sua vergogna. La colpa non è del territorio né tantomeno di chi vi lavora e ci vive, ma di chi, in tutti questi anni non hanno saputo compiere scelte coraggiose e, soprattutto, concrete”.

“E’ tempo di agire, quindi – continua il sindacalista - anche se quello a disposizione è poco non possiamo rischiare che l’Europa oltre a commissariare la politica economica e finanziaria dell’Italia possa anche inventarsi il commissariamento della ‘munnezza’ a Napoli. Tra l’altro – conclude - il provvedimento disciplinare avrà ripercussioni più che negative soprattutto nel tessuto sociale, già indebolito dalla forte crisi economica e politica del momento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati