Politica / Regione

Commenta Stampa

Incontro in Prefettura con l'assessore Giacomelli

Rifiuti: Iervolino, no alla provincializzazione


.

Rifiuti: Iervolino, no alla provincializzazione
17/11/2010, 14:11

NAPOLI - “Sversiamo, per adesso nella discarica di Chiaiano 600 tonnellate. Abbiamo avuto  la possibilità dall'Ufficio flussi della Regione, da domani, di avere in esclusiva l'impianto di Tufino". Paolo Giacomelli, assessore all'Igiene urbana del comune di Napoli, ha parlato così al termine dell'audizione in Commissione parlamentare di inchiesta sulle ecomafie che si è tenuta ieri in Prefettura. La situazione resta comunque critica, ha sottolineato il sindaco Rosa Russo Iervolino, che invita a prendere provvedimenti che superino la provincializzazione dei rifiuti. Per il sindaco, occorre tenere conto "che il Governo deve sanare i debiti che ha con loro, altrimenti non prendono altro". "Abbiamo insistito, e non eravamo soli perché l'aveva già fatto Cesaro, sulla assurdità della provincializzazione nella gestione dei rifiuti” - ha affermato la Iervolino – “che attribuisce alla provincia di Napoli, che ha l'8% del territorio e il 58% della popolazione campana, la responsabilità di gestirsi i suoi rifiuti".
A proposito, poi, della raccolta differenziat, il sindaco ha aggiunto che Napoli è al livello di Roma,   partendo dall'1% del 2001: “Abbiamo anche avuto una forte spinta in avanti per l'azione che avevamo proposto con l’ assessore Giacomelli di fare una informativa seria alla popolazione di modo che ci si ribelli di fronte ai rischi reali, non a quelli che non lo sono". La Iervolino è tornata infine sulla opportunità di realizzare micro discariche di modo che i paesi "non si sentano disgraziati".

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©