Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il ministro Prestigiacomo: "Non mi sento sconfessata"

Rifiuti, la Camera rinvia il decreto in commissione

Per Franceschini è uno scambio del voto per salvare Papa

Rifiuti, la Camera rinvia il decreto in commissione
20/07/2011, 14:07

ROMA - La Camera ha dato il via libera al rinvio del decreto legge sui rifiuti in commissione. E' passata, con i voti della sola opposizione, una parte di una mozione dell'idv, su cui il ministro all'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, aveva espresso parere favorevole, ma contro cui avevano però votato i deputati di maggioranza e tutti i ministri. Il testo è passato con 287 no, 296 sì e sei astenuti. "Ricordo ai colleghi che il governo aveva reso parere favorevole" ha dichiarato Gianfranco Fini. La scena si è ripetuta sulle altre mozioni; anche quando la Prestigiacomo ha espresso parere favorevole, maggioranza e membri del governo hanno votato contro. Il capogruppo del Pd, Dario Franceschini, ha denunciato come il rinvio rappresenti "uno scambio del voto sui rifiuti sul voto dell'arresto di Papa per salvarlo: rinvio in commissione contro no alla richiesta della Giunta di arresto con lo scudo del voto segreto". "Siamo davanti a una vergogna" ha polemizzato Franceschini nei confronti della Lega e della maggioranza. A replicare Marco Reguzzoni, capogruppo leghista alla Camera: "E' il Pd che sta mettendo le mani avanti: vi preparate a un voto dei vostri parlamentari a scrutinio segreto".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©