Politica / Regione

Commenta Stampa

Rifiuti, Lucci (CISL): bene tavolo regionale, gravissime responsabilità comune su TARSU e raccolta differenziata e provincia per interventi tardivi e inadeguati


Rifiuti, Lucci (CISL): bene tavolo regionale, gravissime responsabilità comune su TARSU e raccolta differenziata e provincia per interventi tardivi e inadeguati
17/01/2011, 13:01

Napoli, 17 gennaio 2011 -  La Cisl Campania valuta positivamente l’avvio di un tavolo di concertazione stabile con la Regione Campania, seppure in forte ritardo rispetto alle richieste formulate dalle parte sociali.

Contemporaneamente ritiene gravissima la duplice responsabilità del Comune di Napoli, sia per la mancata adozione di iniziative congrue ed immediate per far sì che tutti paghino la Tarsu, sia per non aver avviato un piano concreto per la raccolta differenziata.

«A tre mesi dalla scadenza attendersi, quasi fosse un buon risultato, che alla fine il 65% dei Napoletani avrà pagato la Tarsu, implica un atteggiamento arrendevole che fa solo danni alla città e a chi puntualmente paga le imposte - ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania. - Passa un concetto per cui è quasi normale che almeno un napoletano su tre non versi la Tarsu, con ulteriori effetti negativi sia sulle credibilità delle Istituzioni, sia sulla gravità dell’evasione fiscale.

Nulla è poi stato messo in atto per quanto concerne la raccolta differenziata, come se al Comune di Napoli ormai si ragionasse solo per il “tanto peggio, tanto meglio”, in vista della scadenza del mandato.

Responsabilità altrettanto gravi restano in capo alla Provincia di Napoli che in questi mesi si è preoccupata solo di favorire consulenze per oltre 600mila euro, intervenendo sulla questione rifiuti in ritardo e in maniera inadeguata».***

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©