Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Rifiuti: Mazzoni (Ppe-Pdl), il Pd? che tristezza


Rifiuti: Mazzoni (Ppe-Pdl), il Pd? che tristezza
23/11/2010, 20:11


ROMA - “Appello all'unita' del PDL davanti all'assurdo girotondo della sinistra intorno ai propri fallimenti. Siamo al paradosso!”. Così l’Eurodeputata Erminia Mazzoni (Ppe-Pdl) che non si esime dal commentare l’iniziativa di senatori e deputati Pd dinanzi Palazzo Chigi e che, partendo dalla questione rifiuti, richiama alle responsabilità politiche i suoi colleghi di partito. “Gli attuali onorevoli De Luca, Bossa, Incostante, Iannuzzi…-rilancia la Presidente della Commissione Petizioni del Parlamento di Bruxelles- - fanno il girotondo per protestare contro la drammatica situazione dei rifiuti a Napoli, che, come hanno ben visto gli ispettori UE, è ancora il prodotto della mancata gestione del governo Bassolino. Loro c'erano e, visti i risultati, dovrei dire che hanno imparato a girare in tondo allora e continuano a farlo oggi!”. “Contemporaneamente- prosegue la Presidente- i parlamentari verdi in Europa denunciano il governo italiano con una interrogazione. Forse, ai poveri europei sottoscrittori dell'atto i colleghi italiani non hanno detto che i verdi hanno condiviso a livello regionale, provinciale e comunale oltre 15 anni di disastro e hanno pure avuto il ministro all'ambiente quando l'Europa deferiva l'Italia alla Corte per ottenere l'esemplare condanna pronunciata a marzo. Ma le capriole da circo, che fanno gli esponenti della sinistra, mi preoccupano poco. Sono nel classico stile dei loro ultimi anni: tutta protesta, nessuna proposta”.
“Fortunatamente- incalza ancora l’On. Mazzoni- come nella più' classica delle immagini dei foderi e delle spade, c'e' chi non si arrende e al di la' del rumore continua a lavorare. L'assessore Romano sta occupandosi di gestire l'attuale riflusso dei rifiuti accumulati nel passato, di panificare il ciclo integrato, di rispondere agli addebiti mossi dalla Corte di Giustizia al precedente governo regionale e nazionale e l'esecutivo nazionale recupera 150 milioni per far fronte al mancato avvio della raccolta differenziata da parte di Napoli e alcuni altri comuni campani, nei confronti dei quali finalmente la procura apre un fascicolo”.
E rivolgendosi ai dirigenti nazionali e regionali del PDL, “che hanno oggi il dovere di governare i problemi anche se creati dagli altri”, l’On. Mazzoni ricorda “che chi lancia oggi strali è lo stesso soggetto che in 15 anni ha prodotto solo 7.900.000 balle non eco, zero impianti, tante discariche, poca differenziata, nessun piano e molti processi spendendo, in maniera opaca, circa un miliardo di euro!”. “Le emergenze vanno affrontate per gradi: prima c'è quella dei rifiuti, poi quella del partito”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©