Politica / Regione

Commenta Stampa

Rifiuti, Romano: "nessuna lezione da chi è protagonista dello sfascio nel casertano"


Rifiuti, Romano: 'nessuna lezione da chi è protagonista dello sfascio nel casertano'
02/12/2011, 09:12

“Invito il presidente Zinzi ad un pubblico confronto, da tenersi dove e quando vuole, fuori dai ruoli istituzionali, così da poter fare definitivamente chiarezza su come va interpretata la difesa degli interessi dei cittadini e non i propri e sul disastro ambientale di cui lo stesso presidente della Provincia è attore protagonista, avendo rivestito per oltre un decennio un ruolo da comprimario nell’amministrazione Bassolino. La stessa, cioè, che ha bloccato il Piano regionale per il ciclo dei rifiuti del presidente Rastrelli, la stessa, cioè, che ha consentito che nel Casertano si consumassero veri e propri gravissimi scempi ambientali”.

Così il presidente del Consiglio regionale della Campania Paolo Roano che aggiunge:

“La difesa dei cittadini, deve sapere Zinzi, si fa ragionando alla luce del sole sulle soluzioni più dionee a risolvere le emergenze e non certo macchinando al chiuso di qualche stanza”.

Per Romano, “di tutto si può accusare il Pdl ma non certo di allarmismo: siamo sempre stati e lo siamo tutt’ora, a favore di un’impiantistica idonea alle necessità e non certo a soddisfare le richieste di chi da Napoli intende scaricare su altri le proprie responsabilità e i propri rifiuti”.

“Il presidente Zinzi, che ha sempre interpretato la politica familisticamente e che si è distinto per essere stato tra i massimi artefici di quel ribaltone in Regione Campania che ha poi portato allo sfascio che, in Campania ed in particolare nella provincia di Caserta, è sotto gli occhi di tutti, - prosegue il presidente Romano - non è in condizioni di dare lezioni a nessuno, né tecniche né politiche. E lo dimostra anche il fatto che non esita, superficialmente, a parlare di spaccatura nel Pdl, un partito che mai come in questo momento ha le idee fin troppo chiare sul da farsi, solo perché il sindaco di una piccola cittadina del casertano, che nel Pdl ha un livello di rappresentatività assolutamente marginale, la pensa diversamente dal partito”.

“Se il Pdl ha qualcosa da rimproverarsi - conclude Romano - è l’aver dato spazio a Zinzi, un errore politico di cui fortunatamente ci si sta rendendo conto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©