Politica / Napoli

Commenta Stampa

Rifiuti. Verdi tornano ancora su Fuorigrotta: "nel quartiere l'emergenza non è mai finita"


Rifiuti. Verdi tornano ancora su Fuorigrotta: 'nel quartiere l'emergenza non è mai finita'
08/03/2012, 13:03

"Abbiamo inviato alle autorità competenti - dichiarano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il segretario cittadino Vincenzo Peretti - un nuovo reportage fotografico sulla vergogna di Cavalleggeri e del Quartiere Fuorigrotta nel suo complesso, Quartiere scelto assime a quello di Ponticelli dalla criminalità come sversatoio di ogni tipo di rifiuto. Nulla è cambiato rispetto a quanto abbiamo denunciato in occasione della partita Napoli- Chelsea, a poca distanza dallo stadio San Paolo, che esiste una vera e propria discarica a cielo aperto.
L' emergenza rifiuti in questo territorio è tutt'altro che finita. A Napoli esistono vere e proprie discariche a cielo aperto, dove si può trovare davvero di tutto, da ricambi per auto, a frigoriferi, a televisori, passando per resti di servizi igienico sanitari oltre a spazzatura di ogni genere e qualità".
"I cittadini di Fuorigrotta - continuano Borrelli e Peretti - si indignano e fanno fronte comune contro chi sporca e getta rifiuti ingombranti e non fuori orario, ma anche contro la X Municipalità e il Comune, rei di aver sospeso da mesi il servizio di pulizia e vigilanza. Un' altra protesta parte dagli abitanti di via Canzanella Vecchia, che da mesi assistono impotenti ad un continuo sversamento di rifiuti ingombranti sotto i propri palazzi. Materassi, motorini rubati e abbandonati, materiale di risulta, intere cucine, mobili, divani e in alcuni casi anche rifiuti organici di ristoranti. Questa mattina però dopo l'ennesimo sversamento abusivo i cittadini hanno deciso di reagire chiamando a raccolta il senso civico di tutti. Su ogni ingombrante è stato apposto un volantino su cui si invita chi sorprenderà i trasgressori a denunciarli alle autorità competenti. Il biglietto recita testualmente "Chi riesce a beccare il bastardo che lascia questo schifo senza chiamare l'ASIA lo denunci alla polizia ambientale".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©