Politica / Politica

Commenta Stampa

Il ministro Quagliariello:"Riunione positiva e concreta"

Riforme, al vaglio due opzioni d forma-partito

Le criticità riguardano la crisi dei partiti

Riforme, al vaglio due opzioni d forma-partito
08/07/2013, 20:01

Roma - ''Oggi si è iniziato discutere di forma di governo, un tema particolarmente atteso. La riunione e' stata caratterizzata dall'emergere di una diagnosi largamente condivisa sui problemi che rendono debole e bisognosa di riforma la nostra attuale forma di governo''. A dirlo e' stato il ministro per le Riforme, Gaetano Quagliariello, al termine della riunione dei saggi. Due, ha riferito Quagliariello, gli aspetti di maggiore criticita' individuati, ovvero ''la crisi del sistema dei partiti e la debolezza decisionale delle nostre istituzioni. Due elementi che sono stati evidenziati in tutti gli interventi. Per alcuni - ha spiegato - la crisi dei partiti ha una sua autonomia rispetto alla crisi delle istituzioni e dunque non e' possibile intervenire sulle istituzioni per riformare partiti. Per altri, facendo leva sulle istituzioni e' possibile rafforzare anche i partiti, ovviamente diversi da quello che abbiamo conosciuto''. Il ministro ha poi sottolineato come siano tre le opzioni di riforma al vaglio del tavolo. La prima (relativa comunque a piccole modifiche e quindi marginale rispetto alle altre due) e' sostenuta da chi ''ritiene che non sia da cambiare l'attuale forma di governo ma che invece il difetto sia nella politica e negli interpreti''. La seconda opzione vuole ''la razionalizzazione dell'attuale schema parlamentare attraverso il rafforzamento dei poteri dell'esecutivo e del premier''. Infine, a sostenere la terza opzione coloro che vogliono ''passare ad un sistema che preveda l'elezione diretta del premier: il sistema piu' prossimo e' quello della quinta Repubblica francese. Un modello da adattare e non da importare direttamente''. Quagliariello ha poi spiegato che queste ultime due possibilita' sono quelle su cui si e' ''divisa equamente'' la maggioranza dei saggi.

.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©