Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RIFORME: MONOCAMERALISMO, FEDERALISMO, EUROPEE CON SBARRAMENTO


RIFORME: MONOCAMERALISMO, FEDERALISMO, EUROPEE CON SBARRAMENTO
18/07/2008, 13:07

Ci sono molte voci, a proposito delle riforme da fare, che provengono dalla maggioranza. Quanto siano opinioni personali e quanto proposte che verranno applicate, al momento non è dato saperlo, ma nell'insieme sono preoccupanti. Il "la" l'ha dato questa mattina Italo Bocchino, vice gruppo vicario del PdL alla Camera dei Deputati, presentando una proposta di legge alle Europee dell'anno prossimo che vede l'abolizione delle preferenze, lo sbarramento con una soglia del 5% e una ripartizione dei seggi non più per zone, come adesso, ma su base nazionale, nonostante l'aumento delle circoscrizioni da 5 a 15. Poi si è aggiunto Lombardo, governatore della Sicilia alleato del PdL, proponendo la creazione di una Lega del Mezzogiorno per pareggiare la presenza della Lega Nord di Bossi e scagliandosi contro i grossi partiti che frenano la crazione del federalismo. Infine si è presentato Renato Schifani, Presidente del Senato, che, dimentico dei doveri che spettano alla seconda carica dello Stato, ha affermato che al Senato si inizierà a discutere delle riforme necessarie per lo Stato italiano, promuovendo l'idea di un monocameralismo.

Ricapitoliamo: portare a livello europeo la pessima legge che abbiamo già per le elezioni politiche nazionali, spaccare l'Italia in più parti, mantenere una sola Camera, che sarebbe molto più controllabile di due. Se io vado a vedere nella Storia, questi sono i tipi di provvedimenti che adotterebbe un dittatore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©