Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma cade l'obbligo di investire in titoli di Stato

Rimborsi elettorali: emendamento per tagliare il 50% della somma


Rimborsi elettorali: emendamento per tagliare il 50% della somma
09/05/2012, 10:05

ROMA - La paura fa 90, dice un vecchio proverbio. E per i politici è lo stesso: la paura del populismo di Beppe Grillo li spinge a cercare di mostrare un volto simpatico. E così la norma sui tagli ai rimborsi elettorali della tranche del 2008 viene modificata con un emendamento bipartisan: il taglio sale dal 33% al 50%. La proposta è firmata da Peppino Calderisi (Pdl) e da Gianclaudio Bressa (Pd), e quindi è facile che venga approvata rapidamente.
Ma come sempre, anche in questa situazione i politici devono prendersi qualcosa per sè. E così ecco l'addio all'obbligo, per i partiti, di investire le plusvalenze di bilancio in titoli di Stato. Evidentemente si tratta di un tipo di investimento che è troppo controllabile.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©