Politica / Politica

Commenta Stampa

Rinata Forza Italia ora tocca anche ad AN? La Destra alla prova della "rifondazione"


Rinata Forza Italia ora tocca anche ad AN? La Destra alla prova della 'rifondazione'
12/12/2013, 15:00

Anche Alleanza Nazionale, dopo la recente rinascita di Forza Italia, vuole provare a rifondarsi. E' in atto da settimane un tentativo di più esponenti della vecchia e nuova guardia volto a ripresentare fin dalle elezioni europee di primavera il simbolo che Gianfranco Fini e la tolda di comando del partito nel 2009 decisero di "congelare" per confluire nel Pdl. Da allora non sono mancati i pentimenti, le lacrime di coccodrillo, le autocritiche. Ora però è tempo di riorganizzarsi, se si riesce, e di riproporsi con una Destra unica e unita agli italiani. Riusciranno nell'impresa gli ex colonnelli e le nuove leve ? L'operazione non è affatto semplice: il passaggio politicamente complesso è anche giuridicamente molto stretto, considerato il ruolo della Fondazione Alleanza Nazionale. La fondazione, infatti, ha ereditato il patrimonio, oltre che il simbolo dell'ex partito guidato da Fini. Svariati milioni di euro sono sui conti correnti, poi c'è un enorme patrimonio immobiliare da gestire. Ma al di là delle diatribe giuridiche e legali sul patrimonio economico-finanziario, la partita vera in questi giorni si gioca proprio sul simbolo (la storica Fiamma tricolore sovrastata dalla scritta Alleanza Nazionale).
«Ma quale cassa? Chi ci accusa di puntare al patrimonio della Fondazione An dimentica quanto diciamo da mesi: dateci il simbolo, tenetevi i soldi». Così si è espresso oggi su "Il Tempo" Roberto Menia, ex Fli, che è tra gli artefici dell'operazione «scongelamento» del logo. Sabato 14 a Roma, all'Hotel Ergife, quello dei vecchi tempi, è convocata una riunione: un folto gruppo di ex colonelli ha promosso un'assemblea pubblica di ex e nuovi iscritti di An che proverà, con una sorta di "class action" politica, a ricostituire il disciolto partito di Destra chiedendo l'uso svincolato del simbolo. E' presto per sapere se davvero il logo di An si riproporrà agli elettori italiani il 24 e 25 maggio 2014, quando le urne si riapriranno per eleggere il nuovo Parlamento Europeo, ma certo la partita iniziata in queste settimane è particolarmente significativa. Non mancano peraltro i sondaggi che hanno testato l'eventuale potenziale elettorale di An. Tra i 4% ed il 6%, non proprio briciole, anzi.  

 

Commenta Stampa
di Paolo Trapani
Riproduzione riservata ©