Politica / Politica

Commenta Stampa

Manca l'accordo sul presidente da nominare

Rinviata la Giunta per le elezioni e l'ineleggibilità di Berlusconi


Rinviata la Giunta per le elezioni e l'ineleggibilità di Berlusconi
21/05/2013, 14:31

ROMA - Ancora un rinvio per la Giunta per le elezioni. Era prevista per le 14 per l'elezione del suo Presidente, ma è stata sconvocata pochi minuti prima e rinviata a data da destinarsi. Ufficialmente non ci sono motivazioni, per questa scelta; ma la realtà è nota. 
Il problema è l'ineleggibilità di Berlusconi, che i grillini intendono porre sin da subito alla Giunta per le elezioni. Se Pdl, Pd e Lega agissero in accordo, verrebbe eletto Presidente il leghista Raffaele Volpi; e questo significherebbe un no alla ineleggibilità del Cavaliere. Ma significherebbe anche scontrarsi con la base del Pd, che non è molto d'accordo con questa scelta. Ma se anche metà dei commissari del Pd (cioè 4 su 8) dovessero dire di no a Volpi, potrebbero accordarsi con M5S e Sel ed avere un diverso presidente (e lì probabilmente la spunterebbe un grillino). E a quel punto l'eleggibilità di Berlusconi sarebbe a serio rischio; e con essa il governo Letta.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©