Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma dalla discussione è stato escluso Gianfranco Fini

Ritorna Berlusconi, e la giustizia è al centro del dibattito politico


Ritorna Berlusconi, e la giustizia è al centro del dibattito politico
11/01/2010, 11:01

ROMA - Dopo 4 settimane lontane da Roma - ma non certo dalla politica - il Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi torna a Roma, dove ha radunato i suoi per tornare ai punti essenziali del programma di governo. Qualcuno potrà pensare, visti i dati diffusi in questi giorni di un Natale sostanzialmente povero e dei saldi che sono cominciati all'insegna del "guardo ma non compro", che si parli dei problemi economici. Invece no: al centro della discussione l'offensiva contro la magistratura per bloccare i processi che riguardano direttamente o indirettamente Silvio Berlusconi. In particolare all'ordine del giorno tre misure: il processo breve, il lodo Alfano per via Costituzionale e l'immunità parlamentare, sempre da inserire in Costituzione. Sul primo l'avvocato Nicolò Ghedini - parlamentare e difensore di fiducia del premier - è disponibile a piccole modifiche (per esempio cambiare gli anni per ogni grado di processo, da 2+2+2 a 3+2+1) ma continua a premere per l'approvazione integrale, nonostante le flebili resistenze provenienti dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Sull'immunità parlamentare, sembra proprio che il Pd e l'Udc facciano da sponda ossequiosa e servile, e quindi dovrebbe passare senza alcun intralcio e senza neanche il referendum confermativo. Resta la sorte del lodo Alfano costituzionale, su cui il Pd deve affrontare qualche malumore della base; cosa che potrebbe precludere ad una approvazione a larga maggioranza.
In tutto questo, resta la delusione del Presidente della Camera Gianfranco Fini. Nonostante sia considerato il co-fondatore del Pdl, è sempre meno partecipe alle decisioni politiche del partito. Anche in questo caso, la riunione sulla giustizia di questa mattina è stata indetta senza invitare Fini, che ha rappresentato il suo malumore per la situazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©