Politica / Politica

Commenta Stampa

Berlusconi annuncia una decisione comune

Riunione del Pdl dopo il discorso di Letta al Senato


Riunione del Pdl dopo il discorso di Letta al Senato
02/10/2013, 11:04

ROMA - Finito il discorso di Enrico Letta, il Pdl ha organizzato una riunione lampo tra i senatori, compreso Berlusconi, per decidere cosa fare. A far pendere la bilancia è il fatto che 23 senatori del Pdl (Naccarato, Bianconi, Compagna, Bilardi,D'Ascola, Aielo, Augello, Caridi, Chiavaroli, Colucci, Formigoni, Gentile, Giovanardi, Gualdani, Mancuso, Marinello, Pagano, Sacconi, Scoma, Torrisi, Viceconte, L.Rossi,Quagliariello) hanno già presentato una risoluzione di sostegno al governo Letta. 
Quindi cosa farà il resto del partito? Non ci sono molte alternative: o Berlusconi fa marcia indietro (e già ha cominciato, dicendo ai giornalisti che avrebbe ascoltato il discorso di Letta prima di decidere) oppure si arriverà alla scissione. E oggi Formigoni ha confermato questa seconda ipotesi, dicendo che si creerà un nuovo gruppo chiamato "I Popolari" (ieri Giovanardi aveva parlato di "Nuova Italia"). 
 Intanto i gionalisti su Sky danno per scontato il voto di fiducia del Pdl al governo Letta, senza scissioni. 
In aula prosegue la discussione sulle comunicazioni di Letta. Tra i punti degni di nota, Casini che ha chiesto una sospensione perchè il Pdl era in riunione (sospensione rifiutata dal Presidente Grasso); e l'ex grillina Del Pin, affrontata a brutto muso da un collega di M5S che l'ha anche minacciata per non aver detto no al governo Letta.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©