Politica / Napoli

Commenta Stampa

Riunito a Napoli il Coordinamento Cittadino per il Contrasto alla Povertà Minorile


Riunito a Napoli il Coordinamento Cittadino per il Contrasto alla Povertà Minorile
15/02/2012, 16:02

Si è riunito ieri per la prima volta, presso il Comune di Napoli, il Coordinamento Cittadino per il Contrasto alla Povertà Minorile, promosso da Save the Children Italia, nell’ambito del progetto “La Buona Tavola”, ideato dall’Organizzazione insieme ad ENEL Cuore e realizzato in collaborazione con la cooperativa L’Orsa Maggiore.

Il tavolo è stato inaugurato presso la sala giunta di Palazzo San Giacomo dal sindaco Luigi de Magistris, da Sergio D'Angelo (Assessore alle Politiche Sociali e all’Immigrazione) e Anna Maria Palmieri (Assessore alla Scuola e all’Istruzione). Hanno partecipato e manifestato la propria adesione all'iniziativa istituzioni e organismi pubblici e privati che operano sul territorio.

Obiettivo del Coordinamento è quello di elaborare e definire un “Piano cittadino per il contrasto alla povertà minorile”, che fissi obiettivi pluriennali e proponga azioni specifiche per ridurre sensibilmente i numero di minori che vivono in condizioni di povertà e deprivazione materiale.

“Napoli è tra le città con il più alto numero di giovani”, ha dichiarato il Sindaco Luigi de Magistris, “e l'amministrazione cittadina ha scelto di dedicare grande attenzione ad interventi e iniziative rivolte a questa fascia di popolazione. In questa ottica di attenzione politica verso i più giovani rientra il contrasto alla povertà minorile, soprattutto in un passaggio economico così difficile come quello che stiamo vivendo”.

“Sono i bambini, oggi in Italia a vivere le conseguenze più gravi della crisi. Basta pensare che 653.000 minori nel nostro Paese sono in condizioni di povertà assoluta. E’ indispensabile quindi unire gli sforzi di istituzioni e organizzazioni del mondo sociale ed economico per contrastare l’aumento della povertà minorile. Con questa iniziativa la città di Napoli attiva una metodologia di lavoro importante e innovativa che vogliamo diffondere anche in altre città italiane”, ha commentato Raffaela Milano Direttore Programmi Italia Europa di Save the Children.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©