Politica / Regione

Commenta Stampa

Rivellini (An): blitz Bassolino, ma quale risparmio?


Rivellini (An): blitz Bassolino, ma quale risparmio?
20/03/2009, 19:03

Il Presidente del Gruppo di AN in Consiglio Regionale Enzo Rivellini ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Se non fosse tragico ci sarebbe da ridere. Non può che suscitare ilarità l’ipotesi che l’operazione di oggi della giunta Bassolino, di decapitare l’intero management sanitario, sia frutto di una volontà di risparmio. I commissari nominati con il blitz di questa notte, infatti, andranno ad affiancare in qualità di tecnici-liquidatori i direttori generali fino a ieri nei pieni poteri nelle rispettive Asl allo scopo di rendere esecutivo l’accorpamento delle varie aziende sanitarie. In pratica si verificherà nuovamente quanto accaduto in passato con i casi della dottoressa Mussi e del dottor Pirozzi che sebbene destituiti dal loro incarico continuavano ad essere pagati perché il loro contratto di diritto privato restava in piedi. I commissari nominati oggi (Falciatori, Cici, D’Ascoli, De Angelis, Bertoli, Vasco) dovranno essere remunerati come i colleghi direttori generali che vengono commissariati. I manager destituiti saranno anch’essi retribuiti fino alla fine del prossimo anno. Ci sono poi alcuni casi clamorosi: il dottor Pallara, nominato solo poche settimane fa (16 gennaio 2009) al vertice dell’Asl Na 3; il dottor D’Anna nominato nella stessa data al vertice dell’Asl Sa 1 ed il dottor Bottino confermato al vertice dell’Asl Ce 1 sempre lo stesso giorno: tutti e tre furono designati e incaricati con un contratto di diritto privato di tre anni che dovrà essere pagato per tutto il periodo. Possibile che quando Montemarano e la giunta li hanno nominati non avevano pensato a questo problema, visto che già oggi li destituiscono ? Questa operazione quindi non è all’insegna del risparmio ma è una resa dei conti di Bassolino che fregandosene di amici ed alleati ha proceduto al blitz. Mi aspetto nelle prossime ore una vistosa diminuzione dei tanti amici dell’assessore Montemarano che cercheranno di tornare nella cerchia stretta degli amici del governatore. Montemarano-abracadabra riuscirà come ha fatto con i conti della sanità a far scomparire questi commissari ? Al di là degli scherzi bisogna sottolineare che i direttori sostituiti appartenevano ad un albo dove il loro curriculum era stato prima visionato e certificato. Questi commissari, come ad esempio il dottor Mario Vasco, già al centro peraltro di una mia interrogazione, che titoli hanno ? Quello di essere amici di Bassolino e Valiante ?».

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©