Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RIVELLINI (AN): “MONTEMARANO ESCA DALL’AMBIGUITA’, FACCIA CHIAREZZA E DICA SUBITO QUALI REPARTI E QUALI OSPEDALI RISCHIANO LA CHIUSURA”


RIVELLINI (AN): “MONTEMARANO ESCA DALL’AMBIGUITA’, FACCIA CHIAREZZA E DICA SUBITO QUALI REPARTI E QUALI OSPEDALI RISCHIANO LA CHIUSURA”
04/08/2008, 14:08

Il Presidente del Gruppo di AN in Consiglio Regionale Enzo Rivellini, componente della commissione Sanità, ha rilasciato la seguente dichiarazione: "L’assessore regionale alla Sanità esca dall’ambiguità e faccia subito chiarezza su quali reparti e quali ospedali rischiano la chiusura in sede di verifica da parte del  governo nazionale dell’attuazione del Piano di Rientro e del Piano Ospedaliero regionale. Lo stesso assessore, nella nota pubblicata alcuni giorni fa sul Corriere del Mezzogiorno, ha scritto che “il Governo ci ha chiesto di essere molto incisivi ancora sul fronte della spesa alla prossima verifica, chiedendoci di intervenire sulla razionalizzazione del piano ospedaliero”. Per tale ragione deve fare subito chiarezza ed uscire dal guado, segnalando ai cittadini quali reparti e quali nosocomi sono effettivamente a rischio chiusura. Sempre nei giorni scorsi ho indicato alcune delle strutture maggiormente indiziate dal rischio chiusura, perché ritengo che sia assolutamente opportuno informare i campani del fatto che di qui a pochi mesi ci potremmo trovare dinanzi all’intimazione a chiudere alcuni ospedali o alcuni reparti. L’assessore non può fare finta di nulla o limitarsi a scrivere cose generiche, anche perché si corre il rischio che dinanzi ad una improvvisa chiusura delle strutture sanitarie i cittadini possano, giustamente, protestare trovandosi dinanzi nuovi disagi e carenze assistenziali. È opportuna la massima chiarezza e trasparenza, le Istituzioni regionali non possono essere evasive ma devono affrontare i problemi che riguardano il Piano ospedaliero e la sua mancata attuazione che sta incidendo in maniera significativa sull’assetto generale dei conti del sistema sanitario."
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©