Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RIVELLINI (AN): QUESTION TIME SU C.U.P. OSPEDALE SANTOBONO


RIVELLINI (AN): QUESTION TIME SU C.U.P. OSPEDALE SANTOBONO
21/01/2009, 09:01

 

Il Presidente del Gruppo di AN in Consiglio Regionale Enzo Rivellini, componente della commissione Sanità, ha presentato una interrogazione question time per le problematiche del Centro Unico di Prenotazione (C.U.P.) dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli.
Rivellini spiega: «Il Cup dell’ospedale pediatrico Santobono era stato affidato alla “T-Erre e Care Campania”, società partecipata anche dalla Regione Campania, che è stata successivamente messa in liquidazione nel giugno 2007, determinando anche enormi problemi per i 22 lavoratori impiegati nel servizio.
Oggi in aula l’assessore Montemarano ha dovuto ammettere che tutta l’operazione fin dalla sua nascita era anti-economica. Intanto i cittadini sono stati costretti a fare i conti con ulteriori ed inaccettabili inefficienze che interessano il polo pediatrico di riferimento del Sud Italia.
Nel corso di questi anni i 22 lavoratori impiegati nel servizio hanno dovuto attraversare una vera e propria via crucis: dopo la messa in liquidazione della prima società sono stati riassunti a tempo determinato part-time al 50% da un’altra società, la “Engeenering sanità enti locali”, rimanendo con questa in servizio fino a febbraio 2008. Dopo, non potendoli assumere né tantomeno potendo loro rinnovare il contratto, gli stessi sono stati assegnati ad una società interinale, la “PDL Consulting” di Salerno, con un contratto Co.Co.Co. valido fino al 18 settembre 2008.
Successivamente il 20 settembre, dopo l’espletamento di una gara, gli stessi lavoratori sono stati assorbiti dalla “Gesan Srl” di Casagiove con contratto a tempo determinato part-time che è scaduto il 31/12/2008. Dal 1 gennaio 2009 i dipendenti hanno avuto un rinnovo contratto di 3 mesi con scadenza 31/03/2009. Questo percorso confuso ed accidentato ha creato e continua a creare problemi ai lavoratori e persistenti inefficienze al Cup di un ospedale importante come il Santobono. Dalle risposte di oggi dell’assessore Montemarano è emerso che la Regione ha avuto un atteggiamento irresponsabile sia verso i lavoratori del Cup dell’ospedale pediatrico più importante del Sud sia verso le migliaia e migliaia di pazienti che richiedono assistenza al Santobono stesso».
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©