Politica / Regione

Commenta Stampa

Rivellini: assegnare premio cittadino europeo 2013 a Gianni Maddaloni


Rivellini: assegnare premio cittadino europeo 2013 a Gianni Maddaloni
13/04/2013, 13:18

Per il Premio Cittadino europeo anno 2013 l’europarlamentare Enzo Rivellini propone la candidatura di Gianni Maddaloni. Spiega lo stesso Rivellini: «Da anni, la Star Judo Club di Napoli, di cui Giovanni Maddaloni è direttore tecnico ed istruttore, cerca di offrire ai ragazzi del circondario di Scampia e non solo, modelli e prospettive per un futuro migliore. Lo Star Judo Club può considerarsi a tutti gli effetti non solo una palestra ma un vero e proprio centro inclusivo di promozione sociale, dove, oltre alle evidenti attività atletiche, legate in particolare alla pratica del judo, sono offerti corsi di formazione e prevenzione per giovani reclusi. L'opera svolta da Giovanni Maddaloni, già di per sé meritoria, assume una valenza straordinariamente significativa nella considerazione del contesto sociale in cui é svolta: la zona delle Vele di Scampia, infatti, é tristemente nota per l'alto tasso di criminalità e in particolare di omicidi. In questa prospettiva Maddaloni impegna il tempo libero dei giovani e, oltre allo sport, insegna loro valori fondamentali come il rispetto per il prossimo, l'importanza dei rapporti sociali e della legalità, sottraendo così, di fatto, ogni giorno, decine di ragazzi altrimenti vittime consapevoli del giogo della camorra. L'apporto positivo e la costruzione di alternative concrete alla camorra e alla criminalità attraggono anche i moltissimi ex carcerati della zona che frequentano la palestra, trasformandola, di fatto, in un vero e proprio catalizzatore per il reinserimento in società. Per queste ragioni e per l'opera silenziosa ma altamente efficace, la candidatura di Giovanni Maddaloni e della sua Palestra al premio cittadino europeo va fortemente sostenuta in quanto incarna appieno i valori fondamentali di solidarietà, giustizia e di libertà su cui l'Europa si fonda». 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©