Politica / Regione

Commenta Stampa

Rivellini: "Chiederò all’Ue di effettuare ispezione a Napoli visto flop De Magistris sulla differenziata"


Rivellini: 'Chiederò all’Ue di effettuare ispezione a Napoli visto flop De Magistris sulla differenziata'
06/10/2012, 11:03

L’europarlamentare Enzo Rivellini (Ppe/Mezzogiorno di Fuoco) ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Nel 2010 come componente della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo venni in missione a Napoli per l’emergenza rifiuti insieme ad altri colleghi parlamentari e funzionari della Commissione stessa. In quella circostanza il Prefetto in forma ufficiale ci comunicò i dati sulla differenziata ed eravamo nel pieno di una crisi e uno scandalo che umiliava la nostra città nel mondo.

Oggi, dopo due anni e mezzo e le sparate di De Magistris, leggendo i dati aggiornati dell’Osservatorio regionale per i rifiuti, che affermano che a Napoli la raccolta differenziata è al 18,5%, devo purtroppo constatare che questo dato è addirittura inferiore rispetto a quello del Sindaco Iervolino che era, a detta del Prefetto nel 2010, superiore di qualche punto all'attuale. Come a dire che, al di là delle patacche del Sindaco attuale, la Iervolino sui rifiuti (e non solo su questo purtroppo) è stata, fino ad ora, meno peggio di De Magistris. Ed anche le dichiarazioni del Presidente dell’Asia Raffaele Del Giudice sono in piena sintonia con le patacche di de Magistris: di fatti si scusa di questo flop affermando che (udite! udite!) ai Colli Aminei la differenziata è al 75%. Il Presidente dell’Asia, degno ventriloquo delle sparate del Sindaco, si vada a rileggere il verbale della riunione in prefettura con la Commissione Ambiente del Parlamento Europeo del 2010 e con sua sorpresa leggerà che l’assessore comunale dell’epoca, intervenuto alla riunione con i rappresentanti europei, per scusare quei dati insufficienti sulla differenziata a Napoli, ma pur sempre migliori di quelli attuali, pomposamente annunciava che ai Colli Aminei si era arrivati alla quota più o meno simile a quella attuale. Allo stesso Del Giudice ricordo che chi si impegnò per bloccare i fondi europei alla Campania fu l’attuale suo capo, l’ex eurodeputato De Magistris. Questi dati e la situazione praticamente identica se non peggiore della raccolta differenziata a Napoli la prossima settimana li porterò all’attenzione del dottor Karl Falkenberg, direttore generale della Commissione Ue sull’Ambiente, perché i napoletani si sono rotti le scatole delle bufale del Sindaco. Chiederò all’Ue di effettuare un’ispezione entro l’anno a Napoli per evitare che fra pochi mesi, tra chiacchiere e tabacchere ‘e lignamm come si dice dalle nostre parti, ci dovessimo ritrovare sommersi dai rifiuti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©