Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Rivellini, chiederemo a Fini rappresentare Napoli e Sud


Rivellini, chiederemo a Fini rappresentare Napoli e Sud
14/10/2010, 17:10


NAPOLI - "Durante la manifestazione di domani all'hotel Ramada di Napoli la comunità umana e politica, che con entusiasmo sta aderendo al movimento d'opinione 'Futuro e Liberta' per l'Italià, chiederà a Gianfranco Fini di rappresentare Napoli e il Sud ai massimi livelli politici nazionali". E' quanto annuncia l'europarlamentare Enzo Rivellini, coordinatore campano di Generazione Italia e Futuro e Libertà il quale, in una nota, anticipa anche i due regali che verranno consegnati domani a Gianfranco Fini: la maglia numero 10 della squadra del Napoli e il libro su Federico II, perché "Napoli lo vuole leader del Sud e tifoso della città". "Napoli desidera una classe dirigente che gli indichi i doveri e difenda i suoi diritti - evidenzia l'europarlamentare - per dirla tutta non desidera politici che alle ingiurie rispondono con abbacchio e polenta, ma ricordando la storia e la civiltà della nostra terra che non ha eguali al mondo". "Per questo abbiamo deciso di regalare a Gianfranco Fini due simboli di due uomini che, in epoche e ambiti diversi, hanno fatto molto per Napoli e il Sud. Il primo regalo è un libro su Federico II di Hohenstaufen, figura probabilmente tra le più importanti dell'umanità, che fece diventare il Sud la Patria della civiltà, della modernità, della cultura, dell'arte, della scienza". "Il secondo regalo - prosegue Rivellini - è una maglietta, naturalmente originale, del Napoli col mitico numero 10 di Diego Armando Maradona e la scritta 'FINI'". "Questo perché Maradona, e il nostro è un riferimento puramente sportivo - evidenzia ancora Rivellini - è stato un uomo capace di darci grandi soddisfazioni e oltretutto siamo orgogliosi che sebbene i Moratti, i Berlusconi, gli Agnelli spendano milioni e milioni di euro per acquistare chi vogliono il più grande calciatore è stato del Napoli. L'europarlamentare tiene a precisare che "si tratta di goliardici regali che hanno, però, un chiaro significato identitario e lanciano un messaggio preciso: la fiducia e le aspettative che la Comunità partenopea e meridionale ripongono in Gianfranco Fini".

Commenta Stampa
di Paola Picilli
Riproduzione riservata ©