Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Rivellini in Parlamento parla napoletano


Rivellini in Parlamento parla napoletano
15/09/2009, 16:09

L’europarlamentare del Pdl Enzo Rivellini, eletto nella circoscrizione Italia Meridionale, in occasione della seduta del Parlamento Europeo convocata per la ricandidatura alla guida della commissione europea di Jose Manuel Durao Barroso, interverrà in lingua napoletana. Rivellini spiega: «Come promesso in campagna elettorale, domani nell’occasione più importante di questa sessione plenaria, le dichiarazioni di voto per la ricandidatura di Barroso alla guida della commissione UE, prenderò la parola intervenendo in lingua napoletana. Ci tengo a sottolineare che il napoletano è una lingua (ha una grammatica, una letteratura e veniva usata nelle corti d’Europa) e non un semplice dialetto.  Il mio intervento in napoletano nasce dall’esigenza di porre all’attenzione europea i problemi del Mezzogiorno e perciò userò questo “mezzo” per suscitare l’attenzione politica e mediatica di tutta l’Europa sul Sud. Spero che questa iniziativa non venga bollata riduttivamente come folkoristica. Oltretutto nel “fiume” delle dichiarazioni dei 700 e passa parlamentari europei che il Presidente Barroso in questi giorni dovrà ascoltare, probabilmente l’intervento in napoletano potrà suscitare il suo interesse e sarà quello il modo di rappresentargli le giuste esigenze del Sud. Domani poiché l’intervento avrà specifiche richieste consegnerò agli addetti alle traduzioni il testo in italiano ed in napoletano perché le richieste siano attentamente comprese ed analizzate. Naturalmente domani l’intervento sarà diffuso anche alla stampa sia in italiano che in napoletano».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©