Politica / Politica

Commenta Stampa

Rivellini: "la mia protesta ha ottenuto un primo risultato. Caldoro rifinanzia alcune associazioni"


Rivellini: 'la mia protesta ha ottenuto un primo risultato. Caldoro rifinanzia alcune associazioni'
09/01/2012, 10:01

L’europarlamentare del Pdl/Ppe Enzo Rivellini, Presidente dell’Associazione Mezzogiorno di Fuoco, ha rilasciato la seguente
dichiarazione: «Sul Burc è stato pubblicata la delibera nr 792 che assegna la somma di 162.447,55 euro sia per l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, sia per l’Associazione Italiana Leucemici sia per l’Associazione Nazionale Tumori. Inoltre, sempre sul bollettino regionale, viene pubblicata la Delibera di Giunta regionale nr 793 che assegna alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori la somma di 273.722,16 euro ed, infine, la Delibera nr 801 che assegna ad una serie di ospedali campani la cifra di 5.650.000,00 di euro per finanziare le attività di trapianti e prelievi di organi dei Centri e delle unità operative di rianimazione.
Sono particolarmente soddisfatto che il lavoro in difesa dei Livelli Essenziali di Assistenza che sto portando avanti abbia nei fatti inciso sui “ragionieristici” processi della sanità in Campania. Questo non è che un primo passo: bene ha fatto il governatore ad aver intrapreso, finalmente, la strada non dei tagli orizzontali ma di quelli mirati contro sprechi e consulenze. Mi attendo adesso che istituisca una Commissione, naturalmente gratuita, affinché vengano verificati i risultati scientifici, ove mai raggiunti, delle tante associazioni finanziate dalla clientela di Bassolino e Montemarano e nell’eventualità che tali associazioni abbiano raggiunto obiettivi ragguardevoli dovranno continuare ad essere aiutate.
Questo è il governatore che ho votato e che hanno votato i campani ed è stato quanto mai opportuno questo cambio di passo in difesa dell’assistenza. Sono certo che non è stato solo il mio intervento ad incidere su questo primo, timido cambio di passo nel governo della sanità, ma anche la consapevolezza da parte della Giunta che non si poteva continuare con una indiscriminata politica di tagli. Continuerò nel mio lavoro in difesa dei diritti dei pazienti campani senza fare sconti neanche agli amici che stimo e che ho votato come il governatore Caldoro. Il tutto senza timore dell’ira delle lobby di potere che naturalmente non apprezzano chi è fuori dal coro».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©