Politica / Politica

Commenta Stampa

Rivellini: La sinistra e alcuni Ministri sono ridicoli

Nessuno si occupa dei Marò

Rivellini: La sinistra e alcuni Ministri sono ridicoli
29/07/2013, 13:34

L’eurodeputato Enzo Rivellini ha diffuso la seguente nota: «In Italia è tutto ridicolo, esagerato, capovolto. La sinistra ed alcuni mentori del governo, con i giornali compiacenti, stanno da giorni montando un caso forse grave ma tutto da chiarire per cittadini del Kazakistan che a quanto pare più che rifugiati politici sembrano parenti di un truffatore internazionale e naturalmente hanno dimenticato due servitori della patria (i fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone), figli di questa terra, italiani come noi, che anche quando potevano rimanere a casa loro hanno scelto di mantenere un impegno preso dal governo e sono tornati in India. Nessuna manifestazione di piazza, nessun giornale che racconta più la loro storia, nessuna autorità come la Boldrini che pur di dimostrare di essere alla moda e radical chic ogni giorno scopre nuovi martiri in tutto il mondo ma naturalmente da Presidente della Camera dimentica due militari italiani in India solo perché la cosa “non è molto di sinistra". Neanche il Ministro Bonino, che tanto si è inviperita per il caso kazako, si scandalizza che i Marò siano ancora in carcere. E neanche la Kienge che imperterrita e immacolata è  convinta che sia giusto in Italia aiutare gli stranieri e non gli italiani, mentre sarebbe corretto che regolari e nostri connazionali potessero essere considerati allo stesso modo, si adopera per due militari che se fossero stati americani già erano a casa dalle loro famiglie. Si il destino amaro dei Marò è anche quello d'essere italiani, militari italiani, membri di un battaglione glorioso ma inviso ad una sinistra che li detesta e nulla vuole fare per difendere la loro libertà e la giustizia, mentre se fossero stati militari inglesi o americani o anche clandestini o pseudo rifugiati politici, i ministri di Sinistra avrebbero già inscenato nelle più importanti trasmissioni televisioni o sui maggiori giornali un chiasso impressionante».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©