Politica / Politica

Commenta Stampa

Rivellini: l'eliminazione di Berlusconi come quella di Craxi decisa in Europa!


Rivellini: l'eliminazione di Berlusconi come quella di Craxi decisa in Europa!
07/08/2013, 09:31

L'eurodeputato Enzo Rivellini (Pdl/Ppe) ha diffuso la seguente nota: "L'eliminazione di Berlusconi ho il sospetto sia  partita dall'Europa. Troppo ghiotta e' l'Italia per le lobby e i poteri forti che da sempre cercano, a volte riuscendoci, a metterla in crisi per acquistare, a prezzi stracciati, le nostre grandi potenzialità. Berlusconi con il suo piglio la sua indipendenza e la sua esuberanza male si adattava ai  poteri che governano sempre e comunque chiunque sia al potere.Gli accordi, con Gheddafi e Putin,senza pagare dazio è stata la goccia che ha di fatto scatenato queste lobby che sin da quando Berlusconi, con poca diplomazia, bisticciò con Schulz a Strasburgo lo avevano scaricato. D'altronde quando un nostro leader cerca di difendere la nostra dignità trasformando  l'italietta tanto cara ai nostri partner europei in ITALIA arrivano i problemi.Nessuno mi toglie dalla testa che Craxi,ad esempio,dopo aver dimostrato con Sigonella, una sua forza e indipendenza,divenne scomodo ai poteri che avevano deciso con le liberalizzazioni l'acquisto dei nostra gioielli a prezzi stracciati e la successiva nostra entrata in Europa e nell'euro che è stata la definitiva sciagura del nostro paese. Meglio un Prodi, silente e legato a questi poteri forti, che un Craxi o un governo autorevole che avrebbe potuto chiedere,ad esempio,che l'Italia partecipasse alla UE come l'Inghilterra che ancor oggi riceve contributi notevoli dalla comunità europea ma mantiene la sterlina e le frontiere".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©