Politica / Regione

Commenta Stampa

viaggio nelle Municipalità : PPE apre sostegno a Lettieri

Rivellini: Lettieri persona giusta per le aspettative dei Napoletani

territorio, partire dalle periferie per ricostruire Napoli

.

Rivellini: Lettieri persona giusta per le aspettative dei Napoletani
14/04/2011, 09:04

Napoli - Parte proprio dalla periferia la marcia a sostegno di Gianni Lettieri candidato a Sindaco di Napoli, proposta dal PPE (Partito Popolare Europeo) che vede nell’ Europarlamentare On. Enzo Rivellini il Suo garante. Iniziano così una serie di incontri nelle Municipalità cittadine, partendo proprio da quella di San Giovanni – Barra - Ponticelli. “Ad una persona che parla della città di Napoli, come unico territorio, senza scinderlo dalle periferie e senza colpevolizzare le stesse del degrado, ma che le identifica come i punti di partenza da dove apportare i cambiamenti per ridare splendore e credibilità a Napoli, non si può che dare plauso e sostegno”, questo quanto dichiara Rivellini, che continua: “ Io no sono patriota, mi sento più un Matriota” e spiega, “ Sono legato alla mia terra alle mie tradizioni, alla mia gente che tempo fa ha segnato il mio nome su di una scheda che mi ha staccato il biglietto per Strasburgo. Per questo ho verso di loro una forte responsabilità, e non posso deluderli appoggiando la candidatura a Sindaco di qualcuno non all’ altezza e che arrecherebbe ancora danni alla nostra città. Per questo vedo in Gianni Lettieri un uomo con tutte le carte in regola per consentire a Napoli di riscattarsi dai tanti anni bui di cattiva amministrazione, ridandole finalmente splendore”. Inoltre Rivellini fa una breve riflessione in merito ad una sua candidatura a Sindaco: "I tempi non sono maturi, maquesto non mi impedisce di identificarmi in un altro candidato" questa la Sua ultima battuta, prima di concedersi ai tanti che lo hanno affollando l’ ex circolo culturale FLI, adesso PPE di cui è presidente il consigliere Giovanni Riccardi che commenta con una battuta: “ Ci siamo distaccati da Futuro e Libertà appena abbiamo notato il cambiamento di Italo Bocchino, che non seguiva più i valori che ci avevano condotti alla spaccatura col Pdl, facendo cosi di fatto nascere il Fli”.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©