Politica / Regione

Commenta Stampa

Rivellini: "Primarie Pdl, il Sud deve essere rappresentato"


Rivellini: 'Primarie Pdl, il Sud deve essere rappresentato'
25/10/2012, 17:21

L’europarlamentare Enzo Rivellini ha rilasciato la seguente dichiarazione: «La proposta degli amici di “Vento del Sud/Mezzogiorno di Fuoco” che mi chiedono di rappresentare il Sud alle prossime primarie del centrodestra non può che farmi piacere. So che gli amici di Reggio Calabria,  della Puglia, dell’Abruzzo e di altre  regioni  del Meridione, all’annuncio delle primarie del Pdl, si sono messi in contatto con gli amici campani per farmi scendere in campo. Naturalmente, affrontare poteri forti e grandi apparati come quelli che scenderanno in campo alle primarie, può sembrare oggi una pazzia e probabilmente hanno ragione i tanti che in queste ore mi stanno suggerendo  di  riflettere attentamente su cosa fare.  Il dato significativo é tuttavia un altro: credo, infatti, che finalmente sia arrivato il momento in cui  “nani e ballerine” non avranno più tutor e dovranno dimostrare con il consenso popolare di essere rappresentativi. Rottamare o formattare é anche questo !  Ho un debito d’onore verso il Popolo del Sud che con il suo voto mi ha consentito di essere europarlamentare. A differenza di altri sono consapevole di non aver “vinto  alcun  concorso” ma che sono stati gli elettori a permettermi di ricoprire un incarico così prestigioso. Per tutto ciò rifletterò attentamente in queste ore se, al di là di tutto, io debba alla Terra che mi ha generato ed agli amici che mi hanno cresciuto e sostenuto offrire un nuovo sforzo.  Certo, sono consapevole che scenderanno in campo illustri personaggi meridionali, che hanno  incarichi ben più autorevoli del mio, ma fino ad oggi ho notato che  la loro difesa del Sud  è stata,  per così dire, un “vorrei ma non posso”. Indifferenti ad esempio sono apparsi sull’Ilva di Taranto, sullo strapotere della Fiat, sui fondi assegnati alle regioni meridionali non per numero d'abitanti ma per indici d'anzianità, cosa questa che ha molto penalizzato il Sud. Comunque senza entrare nello specifico delle questioni rifletterò con la mia Comunità se sia opportuno scendere in campo, senza farmi condizionare da chi pensa che per un "Nativo del Sud" non ci sia spazio. A questi ricordo che il Mezzogiorno ha dimostrato nei millenni orgoglio e capacità di raggiungere imprese a prima vista impensabili».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©