Politica / Regione

Commenta Stampa

Rivellini scrive al Governo: "ai sensi del Testo unico enti locali agire e commissariare il Comune di Napoli"


Rivellini scrive al Governo: 'ai sensi del Testo unico enti locali agire e commissariare il Comune di Napoli'
18/04/2013, 13:30

L'europarlamentare Enzo Rivellini (Ppe/Mezzogiorno di Fuoco) rende noto di aver inviato una nota urgente al Premier Mario Monti, al Ministro dell'Interno Cancellieri ed al Prefetto di Napoli Musolino per la gravissima situazione sociale che si è determinata nella metropoli partenopea. Spiega Rivellini: «Il Comune di Napoli guidato dal Sindaco Luigi De Magistris va commissariato ad horas. Ciò alla luce degli episodi di aperto disagio che i cittadini continuano ad esprimere, non da ultimo quello della serrata dei commercianti. Si tratta di chiari segnali di un profondo malessere che, se persistente e ripetuto, diviene pervicace presagio di futuri e sempre più probabili turbative dell'ordine pubblico. Questo disagio generalizzato, anche se non può essere ascritto ad una sola ragione o episodio, ha tuttavia un chiaro e comune indirizzo: l'amministrazione comunale. E' la mancanza di dialogo e rapporto con la Città, concretizzata sia dal perseguimento di politiche comunali invise alla popolazione ( Ztl in primo luogo), sia nell'ostinazione per progetti di dubbia utilità (piste ciclabili, coppa america etc) il tratto distintivo dell'amministrazione De Magistris.
Tra l'altro il Sindaco che dovrebbe cercare di unire tutti i napoletani con il suo atteggiamento contribuisce ad alimentare la tensione. Definire "camorristi" chiunque lo critichi o la pensi in maniera diversa dalla sua, come è capitato al direttore del Corriere del Mezzogiorno Marco Demarco, e alimentare divisioni fra i commercianti o i cittadini abitanti in quartieri diversi è, nell'attuale difficile situazione economica, molto pericoloso. Proprio per le evidenti difficoltà finanziarie in cui il Comune versa e che mettono in serio pericolo la tenuta dei conti e in particolare il pagamento degli stipendi si registrano le più acute mancanze e le più preoccupanti perplessità. 
Per questi motivi e in virtù delle prerogative assegnate al Governo dalla legge chiedo di vagliare la possibilità di agire secondo quanto prescritto dal testo unico sugli enti locali ed in particolare a procedere alle verifiche contemplate dall'art 54 ovvero, qualora sussistano i presupposti, ad agire ex art 141 per commissariare il Comune di Napoli».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©