Politica / Politica

Commenta Stampa

Il volantino: “I tagli ai comuni sono tagli ai tuoi diritti”

Roma, Alemanno in piazza contro la manovra


Roma, Alemanno in piazza contro la manovra
15/09/2011, 12:09

ROMA – “I tagli ai comuni sono tagli ai tuoi diritti”: così come aveva annunciato giorni fa, il sindaco di Roma è sceso in piazza, per dire la sua sulla manovra con una simbolica e pacifica protesta. Detto…fatto, insomma, e insieme alla giunta al completo e a numerosi consiglieri comunali di maggioranza, Alemanno si è recato all’ufficio anagrafico di via Petroselli per riconsegnare al prefetto e al ministro degli Interni la delega all’Anagrafe e allo Stato civile. “Un gesto simbolico - ha detto lo stesso sindaco capitolino - per dimostrare le difficoltà che i comuni dovranno fronteggiare a seguito dei tagli agli enti locali previsti con la manovra. Mi auguro che il governo possa recepire le nostre indicazioni”.
“Carissimi cittadini, oggi ho comunicato al prefetto e al ministero dell’Interno che Roma Capitale non è più in grado di garantire i servizi ai cittadini. Come è stato deciso dall’Anci chiuderò simbolicamente l’Ufficio anagrafe e stato civile come stanno facendo quasi tutti i miei colleghi sindaci”. Comincia così il testo del volantino consegnato dal sindaco di Roma ad alcuni cittadini. Alemanno, inoltre, ha spiegato nel dettaglio gli effetti della manovra e i tagli agli enti locali: “Se va avanti così rischiamo di non trovare più bus e tram alle fermate o di pagare i biglietti cinque euro. Rischiamo di dover tagliare i servizi sociali, di dover abbandonare assistenza agli anziani e asili nido e prolungare le liste d’attesa. In più, se non cambia, Roma capitale l’anno prossimo non potrà fare investimenti in opere pubbliche, neanche quelle già programmate, non potrà mettere a posto nè marciapiedi nè strade. Abbiamo 235 cantieri aperti che rischiamo di non poter concludere. Tra Patto di stabilità e taglio ai trasferimenti, la manovra costerà al comune di Roma 450 milioni di euro che si uniscono ai 150 milioni che sono stati tagliati quest’anno, nel bilancio 2011”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©