Politica / Politica

Commenta Stampa

Camera ardente in Campidoglio

Roma saluta Nicolini


Roma saluta Nicolini
06/08/2012, 18:14

Con un lungo ed affettuoso applauso Roma ha voluto, oggi, rendere omaggio a Renato Nicolini, scomparso in una delle tante estati capitoline, quelle estati che lui stesso aveva amato celebrare.

In Campidoglio, nella Sala della Protomoteca, in molti hanno volto consegnare l’ultimo saluto ad un uomo di cultura, un intellettuale che ha cambiato Roma ed il modo di viverla, traghettandola da uno dei periodi più bui della Storia italiana, gli “Anni di Piombo”, verso una fase storica maggiormente serena, facendo riappropriare i romani delle loro piazze, grazie all’innovativa idea dell'Estate Romana.

 Tra i presenti alla camera ardente Gianni Letta, Walter Veltroni e Renata Polverini che ha dichiarato: “Mi è sembrato doveroso, non solo sul piano istituzionale ma anche personale, ricordare la figura di Nicolini come uno dei più grandi assessori alla cultura della Capitale.

Una figura che meritava il rispetto che ho visto e che ha lasciato un segno importante, perché tutto quello che oggi facciamo per l'estate sicuramente parte anche da lui”.
“Nicolini è stato uno degli intellettuali e degli uomini politici che hanno contribuito alla sconfitta del terrorismo perché, se l'obiettivo del terrorismo era quello di creare un clima cupo e di terrore, l'Estate Romana è stato uno degli antidoti per indicare una gioia di vivere e di relazionarsi e stare in piazza senza essere condizionati da questo ricatto” ha spiegato Alemanno, Sindaco di Roma Capitale, anche lui in Campidoglio per l’estremo saluto a Nicolini. Oltre ai personaggi politici ed istituzionali, tanti i volti noti del mondo della cultura, del giornalismo, del cinema, del teatro, ma soprattutto tanti romani che hanno voluto rendere un ultimo atto di ossequio ad un uomo che ha saputo amare la loro città.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©