Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Romano: “nell'anno internazionale delle foreste, più sinergie con UE”


Romano: “nell'anno internazionale delle foreste, più sinergie con UE”
17/05/2011, 13:05

“In venti anni di attività, Forest Europe ha dimostrato di essere un valido supporto per affrontare le sfide europee. I progressi compiuti per una gestione forestale sostenibile e rispettosa della biodiversità sono tangibili e verranno confermati anche dal rapporto sullo stato delle Foreste d'Europa 2011, che sarà presentato ad Oslo. Le foreste contribuiscono a mitigare i cambiamenti climatici, a proteggere l'ambiente, a fornire materie prime ed energia rinnovabile, e la gestione responsabile di questo patrimonio riveste una grandissima importanza sotto il profilo ambientale, economico e sociale."
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Saverio Romano, è intervenuto al Consiglio dei Ministri agricoltura e pesca di oggi a Bruxelles in merito all’accordo giuridicamente vincolante sulle foreste in Europa.
Forest Europe - conferenza ministeriale sulla protezione delle foreste in Europa - è il processo politico volontario paneuropeo per la gestione sostenibile del patrimonio forestale del continente, che mira a sviluppare e ad applicare i concetti di gestione sostenibile e multifunzionalità. Il processo è stato avviato nel 1990 dalla Conferenza di Strasburgo.
“Per questi motivi – continua Romano - è necessario proseguire sulla strada intrapresa e portare avanti una politica di gestione forestale sostenibile. In questo senso condivido un percorso volto a impegnare maggiormente i Paesi aderenti, anche con la previsione di una convenzione legalmente vincolante che dia maggior incisività alla gestione di questo inestimabile patrimonio. Questo assume un valore simbolico proprio nel 2011 che è l’anno Internazionale delle foreste.”
“È necessario tuttavia - prosegue Il Ministro - che in questo processo siano chiaramente definite le competenze delle Istituzioni che dovranno rappresentare l'Unione Europea e gli stati membri. Ritengo che la Commissione debba essere chiamata a rappresentare l'Unione, per le materie di competenza comunitaria, e di conseguenza esprimo il mio sostegno nei confronti del progetto di decisione che prevede tale mandato"
“Per quanto concerne le competenze nazionali sulla questione, che rappresentano la parte più sostanziale delle tematiche forestali, posso accettare la proposta di decisione che demanda alla Presidenza la conduzione del negoziato in rappresentanza degli Stati membri. Mi auguro che il Consiglio pervenga oggi ad un accordo su queste basi, assicurando in tal modo – ha concluso Romano - una posizione unitaria dell'Ue in vista della conferenza di Oslo.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©