Politica / Regione

Commenta Stampa

Il Presidente del Consiglio in visita al carcere sammaritano

Romano (Pdl): il sovraffollamento una condanna nella condanna


Romano (Pdl): il sovraffollamento una condanna nella condanna
24/05/2010, 18:05

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, onorevole Paolo Romano, ha visitato oggi la struttura circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Ricevuto dal direttore Francesco Saverio De Martino, col quale si è intrattenuto per un breve colloquio sulle problematiche relative alle strutture detentive campane, il presidente del Consiglio Regionale, accompagnato dal comandante della Polizia Penitenziaria della struttura, ha visitato alcuni padiglioni ed diversi locali destinati alle attività di formazione-lavoro, incontrando detenuti e dipendenti. Il presidente Romano ha voluto, per l’occasione, donare alla struttura due postazioni multimediali. “Come altrove, anche a Santa Maria Capua Vetere - ha dichiarato Romano a margine della visita – la struttura circondariale soffre significativi problemi di sovraffollamento che rendono particolarmente difficile la vita di chi vi è detenuto e di chi vi lavora. Anche qui alle carenze strutturali si aggiungono quelle riguardanti il personale e, non ultime, quelle relative all’assistenza socio-sanitaria. Si tratta situazioni particolarmente difficili – ha concluso Romano – sulle quali non manca certo l’attenzione delle istituzioni ma sulle quale si può e si deve fare di più, ciascuno per le proprie competenze. Certamente avrò modo di sollecitare tutti gli organismi preposti al governo delle strutture circondariali campane perché si continui a produrre il massimo sforzo per incidere positivamente su una realtà tanto complessa quanto tormentata. Certamente compulserò le istituzioni regionali perché, sul fronte dell’assistenza sociosanitaria e della formazione trovino modo e risorse per tutelare i diritti di chi a vario titolo è ospitato e opera in queste strutture”.

Commenta Stampa
di Francesco Fabozzi
Riproduzione riservata ©