Politica / Regione

Commenta Stampa

Romano presenta report legislativo Consiglio Regionale della Campania


Romano presenta report legislativo Consiglio Regionale della Campania
14/12/2010, 14:12


NAPOLI - Il “Rapporto sulla legislazione regionale” per fare il punto sulla produzione legislativa della VIII Legislatura e porre le basi per una legislazione di qualità capace di produrre un impatto positivo sul territorio. A presentarla, stamani, in conferenza stampa, il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano, che ha sottolineato: “tra gli obiettivi di questa Presidenza c’è quello di promuovere una legislazione di qualità che abbia effetti positivi sul territorio in termini di crescita e di sviluppo sociale ed economico. A tal fine, ritengo che vada rinnovato il Regolamento interno del Consiglio regionale, adeguandolo al nuovo Statuto, al fine di semplificare il procedimento legislativo e di dare slancio alla norma statutaria che ha introdotto la possibilità per le Commissioni di deliberare. In particolare – ha evidenziato il vertice dell’assemblea legislativa campana – vanno modificate le norme regolamentari relative alla possibilità di chiedere il voto segreto, strumento che va limitato ai soli casi di deliberazioni che investano persone e che deve essere sottratto ad iniziative, a volte, di natura ostruzionistica. La ‘svolta’ politico istituzionale di questa maggioranza alla guida della Regione Campania sarà attuata anche attraverso il rilancio dell’azione legislativa del Consiglio con leggi chiare, efficaci ed utili per il territorio”. Alla presentazione del Rapporto sulla legislazione, che potrà essere consultato dai cittadini sul sito internet del Consiglio regionale, hanno partecipato il Presidente della Commissione Speciale Politiche Giovanili, Giovanni Baldi, la dirigente del Settore Legislativo, Maria Teresa Pignataro, la Dirigente del Servizio Studi Legislativi, Maria Grazia Giovenco, la dirigente del Settore Presidenza, Magda Fabbrocini. Il Rapporto, redatto dal Settore Legislativo-Servizi Studi legislativi, elenca le leggi approvate nella passata Legislatura, negli anni dal 2005 al 2010, con una sintesi dei loro contenuti, effettua l’analisi statistica della produzione legislativa, sia sul piano del Consiglio che delle Commissioni, analizza il contenzioso costituzionale e “dotando la Regione Campania di uno strumento conoscitivo e comunicativo fondamentale nell’ottica della trasparenza, dell’accesso alle opportunità create dalle leggi regionali e della partecipazione democratica” – ha sottolineato la dirigente del Settore Legislativo, Maria Teresa Pignataro, per la quale “il Rapporto sulla legislazione allinea la Regione Campania ad altre Regioni che hanno già adottato tale strumento e costituisce una base fondamentale per dare slancio alla rendicontazione sociale e al ruolo stesso delle assemblee”. “E’ uno strumento utile per il cittadino – ha aggiunto la dirigente del Servizio Studi legislativi – in quanto delinea un quadro statistico e di sintesi finalizzato anche a valutare la qualità dell’azione legislativa e per potere accedere agli strumenti che la legislazione regionale mette a disposizione; uno strumento fondamentale di conoscenza, dunque, ma anche una base di partenza per analizzare le eventuali criticità della produzione legislativa, per superarle e per produrre leggi sempre più chiare, efficaci e rispondenti alle esigenze del territorio”. In conferenza stampa è stato spiegato che, tra gli obiettivi politico amministrativi del Consiglio, c’è quello di rendere stabile il Rapporto sulla Legislazione quale strumento per la divulgazione e la comunicazione legislativa, nonché di analisi dell’impatto della legislazione al fine di concorrere alla valutazione dell’azione amministrativa dell’assemblea nell’ottica di un’istituzione trasparente, efficace e a beneficio del cittadino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©