Politica / Regione

Commenta Stampa

Romano: "Sicurezza e lavoro nel patto per la Campania"


Romano: 'Sicurezza e lavoro nel patto per la Campania'
28/10/2009, 14:10


NAPOLI - Sicurezza, lavoro, ambiente, sanità, turismo: sono i temi sui quali il Gruppo Regionale del Popolo della Libertà, guidato dal presidente Paolo Romano, insieme con il Coordinamento regionale del PdL, guidato dal sottosegretario Nicola Cosentino, si confronterà con il territorio attraverso un ciclo di incontri finalizzato al patto per la Campania. Stamani, presso la sede del Consiglio regionale, la presentazione dell’iniziativa con il capogruppo Paolo Romano, il capo dell’opposizione Francesco D’Ercole, il consigliere regionale Pasquale Marrazzo e gli altri componenti del gruppo. A Salerno ci sarà la prima tappa degli incontri con la popolazione che proseguiranno in tutte le altre province della Campania “con l’obiettivo di rendere conto agli elettori del nostro operato di opposizione regionale grazie alla quale sono emerse le responsabilità del centrosinistra che, con il suo malgoverno clientelare, ha disastrato la Campania” – ha spiegato Romano, che ha aggiunto: “attraverso questi incontri con la gente, intendiamo definire quello che sarà il programma elettorale del PdL per la guida della Regione che sarà incentrato sul lavoro e sulla sicurezza per il rilancio della nostra economia e del nostro territorio, sul recupero dell’ambiente per la migliore vivibilità della nostra regione e per il rilancio del turismo, sul ripristino di una sanità efficiente e non condizionata dalla mala politica e per avere finalmente una regione ‘normale’”. “Tra i punti del nostro programma ci sarà anche la riforma della pubblica amministrazione perché siamo convinti che la struttura elefantiaca e burocratizzata della macchina amministrativa regionale sia uno dei fattori che bloccano lo sviluppo della nostra regione” – ha aggiunto il rappresentante dell’opposizione D’Ercole, che ha proseguito: “rivendichiamo con orgoglio i risultati politici di una opposizione che abbiamo condotto in Consiglio regionale con ferrea determinazione contro un centro sinistra che ha esteso la sua rete clientelare bloccando la democrazia in Campania. Auspichiamo che i campani vogliamo, alle prossime elezioni, voltare pagina e concederci la loro fiducia per una regione finalmente ‘normale’”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©