Politica / Regione

Commenta Stampa

Ronghi, 150 anni dell'unità d'Itlia, ma il sud non li dimostra


Ronghi, 150 anni dell'unità d'Itlia, ma il sud non li dimostra
16/03/2011, 11:03

NAPOLI, 15 MARZO 2011 – “Festeggiare i 150 anni della Unità di Italia, ma senza ipocrisia e compiendo atti concreti per il Sud”.

E’ quanto afferma il responsabile di Forza del Sud, Salvatore Ronghi, per il quale “ è doveroso mettere da parte l’ipocrisia e prendere atto che l’Italia è un Paese duale e che per raggiungere la vera unità necessita accorciare le distanze e recuperare il gap negativo relativo all’economia e alla socialità che penalizza il Sud”.

“Questi giorni, questi mesi, dovrebbero essere utilizzati, da una parte, per riscrivere alcune pagine di storia che, ancora oggi, offendono la dignità di chi, 150 anni fa, ha lottato per il Sud, e, dall’altra, per condizionare il Governo nazionale, ma anche quelli regionali, affinchè i 150 anni dell’unità di Italia vengano realmente festeggiati attraverso fatti concreti per il Sud” – aggiunge l’ex vice presidente del Consiglio regionale della Campania.

“Questa è la battaglia primaria che deve vedere protagonista la nostra forza politica - conclude Ronghi - ma anche e soprattutto quelle forze culturali e sociali che guardano al Sud non come ‘mucca’ da mungere ma come territorio da riscattare dalla povertà economica e sociale in cui è stato immeritatamente ricacciato”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©