Politica / Regione

Commenta Stampa

Ronghi: "Legge elettorale è conquista di civiltà"


Ronghi: 'Legge elettorale è conquista di civiltà'
16/12/2009, 13:12


NAPOLI - “La Corte Costituzionale ha dato ragione alla nostra battaglia e consentendo alla Campania di andare al voto con una legge che favorisce la presenza degli eletti e delle elette in Consiglio regionale”.
E’ quanto afferma il vice presidente del Consiglio Regionale della Campania, Salvatore Ronghi.
“Il Consiglio Regionale della Campania ha dato un esempio di legislazione innovativa che fornisce uno strumento concreto di pari opportunità” – ha sottolineato Ronghi – ricordando che “ciò è dovuto soprattutto alla battaglia politica di alcuni gruppi consiliari, tra cui l’MpA-Alleati per il Sud, che hanno voluto la doppia preferenza per favorire la presenza in Consiglio regionale di donne elette e non nominate: io stesso mi impegnerò per fare eleggere una donna perchè sono convinto che una maggiore presenza di donne elette è utile per la crescita della nostra regione”.
“La doppia preferenza, insieme con l’abolizione del listino e la rappresentatività di tutti i territori regionali, sono una conquista di civiltà – ha sottolineato Ronghi – che fa sì che i consiglieri regionali siano effettivamente espressione della volontà popolare e che tenta di ricucire lo ‘strappo’ tra elettori ed eletti che, soprattutto in Campania, è notevolmente profondo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©