Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RONGHI (MPA): E' SCANDALOSA L'INEFFICIENZA DEL COMUNE DI NAPOLI


RONGHI (MPA): E' SCANDALOSA L'INEFFICIENZA DEL COMUNE DI NAPOLI
05/11/2008, 18:11

“È semplicemente scandaloso che l’amministrazione comunale di Napoli, elargisce sette milioni di euro per i campi nomadi di Secondigliano, mentre non riesce a trovare pochi euro per ripristinare una scuola, garantendo il corretto inizio dell’anno scolastico a 140 bambini”.

È quanto dichiara il portavoce regionale MpA, Salvatore Ronghi che stamani si è recato presso il 72° Circolo Didattico di Pianura, che ben quattro mesi fa, stato fatto occupare dal Comune di Napoli, da tre famiglie sfrattate dal T1. Un’occupazione autorizzata che di fatto perpetua l’ennesimo dramma di Pianura, dove da un lato centinaia di bambini sono stati costretti ad iniziare l’anno scolastico in scuole materne molto lontane dalle loro abitazioni e dall’altro costringe alcune famiglie “aventi diritto” di soggiornare in una scuola e nella sede della Municipalità, contro le più elementari norme di vita, dove aggiunge Ronghi “Si è creata una condizione di promiscuità, che neanche più nel terzo mondo esiste”.
“Questa è la dimostrazione – sottolinea l’esponente del MpA – dell’incapacità e dell’inefficienza del Presidente della Municipalità Pianura, ma anche l’abbandono totale delle nostre periferie, da parte del Sindaco di Napoli, che al di là delle continue enunciazioni, viene sempre più meno sui fatti concreti”.
“Inoltre questa drammatica vicenda – prosegue Ronghi – evidenza che la gente ha ragione quando chiede più Stato sul territorio. Un richiesta che non significa solo la presenza delle Forze dell’Ordine e dell’Esercito, ma prevenire e comunque risolvere il problema dei “senza tetto”, delle occupazioni e i problemi che attengono alla povera gente che veramente non sa dove sbarcare il lunario”.
Problemi che stanno veramente a cuore agli esponenti del Movimento per l’Autonomia, come il consigliere della Municipalità di Pianura, Maurizio Lezzi, anch’esso presente stamattina, che insieme a Ronghi, si è reso promotore di risolvere questa spiacevole vicenda.
“Oggi – sottolinea - siamo vicini sia alle mamme dei bambini, che a queste famiglie che purtroppo sono costretti a vivere “bistrattatamene” in una scuola. Quindi riteniamo di voler portare avanti questa battaglia di civiltà, affinché si trovi una equa soluzione per entrambi i casi”.
Ma gli esponenti del MpA, dalle parole sono passati subito ai fatti. Tant’è che nel corso di un incontro al Comune, poche ore dopo, l’assessore del Comune di Napoli, Fernando Di Mezza, ha rassicurato i rappresentanti del Mpa, che nel giro delle prossime 48 ore, si attiverà per risolvere definitivamente il duplice problema.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©