Politica / Regione

Commenta Stampa

Ronghi (MPA): "Federalismo, la commissione e' truccata"


Ronghi (MPA): 'Federalismo, la commissione e' truccata'
07/09/2009, 14:09

Il presidente è scelto dal ministro del Tesoro. Il vicepresidente è scelto dal ministro del Tesoro. Altro che “paritetica” come prevede la legge: la Commissione tecnica per il federalismo fiscale nasce con un trucco”.
E’ la denuncia di Salvatore Ronghi, esponente dell’Mpa in Campania e animatore del movimento Alleati per il Sud fondato sabato a Napoli in un’affollata assemblea che si è tenuta per l’intera giornata all’Eremo dei Camaldoli.
“Il federalismo fiscale - spiega Ronghi - non ha senso se non si svelano i numeri - prosegue Ronghi - e, non a caso, la legge delega di riforma dà al governo due anni per preparare i decreti e soltanto un mese per varare la ‘Commissione tecnica paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale’".
"La legge prevede per la Commissione paritetica quindici componenti del governo e quindici degli enti locali - prosegue il vice presidente del Consiglio regionale della Campania - ma, nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 13 luglio, si è deciso che presidente e vicepresidente sono nominati dal ministero dell'Economia e che ai lavori della Commissione assisteranno i capi degli uffici legislativi di dieci ministeri, componenti dei quali nella legge non si fa cenno. Questo è quel che si intende per paritetico, figurarsi come sarà la perequazione. Non ci resta che continuare a preoccuparci, noi gente del Sud”.

 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©