Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RONGHI: PARTITI STIANO FUORI DA ASSOCIAZIONISMO E DA ORGANISMI RAPPRESENTATIVI CATEGORIE


RONGHI: PARTITI STIANO FUORI DA ASSOCIAZIONISMO E DA ORGANISMI RAPPRESENTATIVI CATEGORIE
18/11/2008, 08:11

“I partiti non devono interferire nella scelta che spetta agli organismi rappresentativi delle categorie”.

E’ quanto afferma il vice presidente del Consiglio regionale Salvatore Ronghi.

“Una politica che intenda definirsi innovativa e moderna non può continuare ad utilizzare i vecchi metodi della partitocrazia intromettendosi nelle scelte e nei percorsi delle  categoria produttive e sociali e, se ciò avviene, è la dimostrazione che non si è in grado di fare altro che riproporre vecchi modelli di partitismo superati e stigmatizzati dai cittadini” – sottolinea Ronghi, secondo il quale “questo atteggiamento invadente mette in mostra la debolezza delle classi dirigenti politiche campane”.

“Le leadership di Confindustria vanno scelte dagli imprenditori – ha concluso Ronghi - e i partiti e i soggetti politici debbono, poi, confrontarsi con esse per delineare percorsi di sviluppo che guardino agli interessi generali e non a quelli particolari; perciò mi aspetto una Unione industriali napoletana e campana meno politicizzata e più protagonista nelle scelte generali di sviluppo per Napoli e per la Campania”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©