Politica / Regione

Commenta Stampa

Giornata di rifessione politica per la Campania

Ronghi: "Sud, mai più sudditi"


Ronghi: 'Sud, mai più sudditi'
03/09/2009, 14:09


"Napoli, la Campania e il Sud necessitano di un progetto politico identitario ed innovativo che venga costruito sulla base delle proposte della società civile, dell’associazionismo, della politica”.
E’ quanto afferma il consigliere regionale del MpA Salvatore Ronghi.
Di questi temi si discuterà nella iniziativa in programma sabato 5 settembre 2009 dalle ore 9,30 alle 18,00 all’Eremo dei Camaldoli, a Napoli, Sud: mai più sudditi, libera le idee”. “La nostra iniziativa si differenzia dai convegni e delle feste di partito perché protagonisti non saranno solo i politici, ma soprattutto i rappresentanti dei diversi segmenti della società e delle categorie produttive e sociali e le associazioni attive nella difesa del Sud” – spiega Ronghi. “L’obiettivo è quello di promuovere un ampio confronto dal ‘basso’ che possa concretizzarsi in un progetto politico innovativo per la Campania e per il Sud” – prosegue l’esponente del partito di Lombardo – che superi la frammentazione e la sudditanza nei confronti dei partiti romanocentrici e che sono fuori dai ‘poteri forti’ che hanno interesse a tenere la Campania e il Sud in uno stato di grave disagio sociale ed economico per garantire l’economia settentrionale. Così come vanno affrontate con grande decisione la questione giovanile e femminile: non possiamo più consentire che le nostre migliori risorse siano costrette ad emigrare per avere un futuro”.
“La nostra non vuole essere una risposta alla Lega Nord – prosegue il vice presidente del Consiglio regionale della Campania – ma solo una risposta a quella voglia di riscatto che sta muturando nel popolo meridionale”.
Alla iniziativa hanno aderito Sindaci ed amministratori locali, esponenti politici, movimenti politici ed associazioni per il Sud, tra cui Lega Sud Ausonia, L’Altro Sud, Nuovo Sud, Progetto Popolare per il Sud, Napoli Punto e a Capo, Roma Neapolis, Terra Nostra, Donna e, Mediterraneo e Città, Comitati delle Due Sicilie, Lista Trenta, ed i gruppi editoriali Controcorrente, Il Brigante e Teleakery.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©