Politica / Napoli

Commenta Stampa

Rostan: soddisfazione per l'approvazione da parte della Camera della mozione unitaria del Pd sulla "Terra dei Fuochi"


Rostan: soddisfazione per l'approvazione da parte della Camera della mozione unitaria del Pd sulla 'Terra dei Fuochi'
05/11/2013, 16:58

 

“Esprimo la massima soddisfazione per l’approvazione da parte della Camera dei Deputati della mozione predisposta unitariamente dal Partito Democratico sulla "Terra dei Fuochi" – lo afferma l’On. Michela Rostan, parlamentare napoletana del PD. “La mozione approvata quest'oggi costituisce l'atto finale di un percorso che ho personalmente avviato lo scorso giugno, allorquando ho formalizzato la mozione 1/00098, primo atto depositato sull'argomento, alla quale sono stati accorpati gli altri testi a firma deii Colleghi democratici. Oggi, la Camera, su proposta del PD, ha finalmente sancito il passaggio dalla fase di protesta a quella di proposta ed elaborazione di azioni concrete contro i roghi tossici. La mozione, infatti, impegna il Governo ad inasprire le pene per i reati ambientali; ad attivarsi al fine di procedere finalmente all’avvio delle operazioni di bonifica; a valutare ogni soluzione idonea ad incrementare il presidio delle aree dimesse, anche attraverso l’impiego dell’esercito; ad istituire un tavolo interministeriale permanente, con il coinvolgimento dei Ministeri dell'Interno, della Giustizia, dell'Ambiente, della Sanità e dell'Agricoltura, così da garantire un approccio multidisciplinare al problema, nonché infine a rivedere le funzioni delle Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente ed incentivare le attività delle Aziende Sanitarie Locali da coordinarsi a quelle dei medici operativi sui territori, così da migliorarel'informazione e la sensibilizzazione della Cittadinanza sul tema”.
“Finito il tempo delle chiacchiere, è arrivato il momento di agire e risanare il territorio campano dopo lo scempio causato dalla malavita e dal malgoverno degli ultimi vent'anni” ha concluso la Rostan.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©