Politica / Politica

Commenta Stampa

La Bindi eletta con i voti di Pd, Sel e Scelta Civica

Rosy Bindi presidente dell'Antimafia, il Pdl diserta il voto


Rosy Bindi presidente dell'Antimafia, il Pdl diserta il voto
22/10/2013, 17:13

ROMA - Alla fine è stato eletto il Presidente della Commissione Antimafia, dopo 8 mesi dalle elezioni. E' Rosy Bindi, eletta con 25 voti al ballottaggio con Luigi Gaetti (M5S) che ne ha presi solo 8. Ma si può accontentare: anche questa volta M5S si è preso la vicepresidenza, come ha fatto in tutte le commissioni in cui il Presidente è scelto dalla maggioranza. L'altro vice presidente è invece Claudio Fava, di Sel. 
Il Pdl non ha partecipato alla votazione, sostenendo che la scelta della Bindi era una scelta di parte fatta dal Pd senza la loro approvazione. Per questo hanno anche annunciato che non parteciperanno ai lavori della commissione. 
E con che termini. Per esempio Cicchitto: "Il comportamento del gruppo del Pd è del tutto inaccettabile perchè ha eletto da solo il presidente della commissione antimafia. Il gruppo Pdl giustamente non prenderà più parte ai lavori della bicamerale togliendole così un’effettiva rappresentanza generale". E il resto del Pdl è sulla stessa lunghezza d'onda, con la richiesta esplicita al segretario del Pd, Epifani, di far dimettere la Bindi. 
La quale dal canto suo replica: ""Il mio primo impegno sarà quello di superare questa fase di difficoltà con il Pdl perché tutti dobbiamo unirci nella lotta alla mafia. Spero che tutti gli eletti si adopereranno per sanare questa frattura. Mi auguro anche che chi oggi non ha partecipato al voto riconosca che oggi c'è stato un voto. Se tutti insieme faremo un piccolo passo, potremo dire che siamo qui per combattere la mafia e non per farci la guerra tra di noi". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©