Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Poretti (Pd) protesta sui criteri: "Ma quale sobrietà..."

RU486: ok del Senato a indagine conoscitiva


RU486: ok del Senato a indagine conoscitiva
22/09/2009, 20:09

Potrebbe partire già da questo fine settimana l’indagine conoscitiva sulla RU486, la pillola abortiva già ampiamente utilizzata nell’Unione Europea ed accettata prima dell’estate anche dall’Agenzia italiana del farmaco. L’indagine, spiega Antonio Tommasini, presidente della Commissione igiene e sanità del Senato, sarà “sobria e tecnico-scientifica” e durerà circa 70 giorni.
La decisione è arrivata grazie al sì unanime di tutti i gruppi parlamentari nella riunione dell’ufficio di presidenza. Unica obiezione, quella della senatrice radicale eletta nelle liste del Pd, Donatella Poretti: “Di sobrio questa commissione non avrà nulla, - spiega, - perché l’indagine l’ha chiesta Gasparri con l’obiettivo dichiarato di cambiare la legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza. E quanto alla scientificità, il dossier scientifico l’ha fatto l’Aifa, qui si farà quello politico, che conterrà le raccomandazioni per cambiare la legge”.
La commissione Sanità convocherà, durante i lavori dell’indagine conoscitiva, Ferruccio Fazio (viceministro del Welfare con delega alla Salute) e il presidente e il direttore generale dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco. I capigruppo Raffaele Calabrò (Pdl) e Dorina Bianchi (Pd) saranno i relatori. Anche sulla scelta dei relatori ci sono state polemiche: la Poretti ha spiegato che un commissario dell’Idv si è lamentato per la designazione, che avrebbe portato a due relatori che sui temi eticamente sensibili avrebbero un orientamento “notoriamente molto simile”. 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©