Politica / Regione

Commenta Stampa

Ruggiero (Idv) a Caldoro: "No assistenzialismo, sì a sviluppo occupazionale"


Ruggiero (Idv) a Caldoro: 'No assistenzialismo, sì a sviluppo occupazionale'
07/06/2010, 16:06

"Ho seguito con grande attenzione i lavori sulla relazione della Banca d’Italia sull’economia campana. A mio modesto avviso non emerge con la dovuta drammaticita’ la rottura sociale che si e’ prodotta nei nostri territori e che ha spinto addirittura alcuni singoli lavoratori a gesti estremi e disperati. Cosi come non e’ emersa con chiarezza la responsabilita’ di grandi gruppi industriali nazionali e internazionali che hanno interpretato la loro presenza in Campania in un modo a dir poco discutibile. E ancora, infine, non c’e’ stata la dovuta attenzione alla debolezza del ceto politico che trasversalmente non e’ riuscito, spesso e volentieri, ad opporsi a dubbi scenari economici e a vere e proprie distruzioni del territorio, come nel caso dell’emergenza rifiuti".

Ad affermarlo, e’ Vincenzo Ruggiero, segretario cittadino di Napoli di Italia dei Valori, il quale aggiunge:

"E’ giunto il momento che la presidenza della Regione Campania affronti il tema dello sviluppo senza indugi e senza cedere a pressioni di alcun tipo. Per fare un solo esempio, l’ex ministro Caldoro dovrebbe ricordare la concessione di un contribuito pubblico eccezionale, in termini di risorse, alla Ibm per un progetto denominato Sud.it, completamente naufragato. E’ tempo che la politica richiami le imprese alle loro responsabilita’, affrontando subito i casi aperti come Telecom, Selfin, Eutelia e altri, senza lasciare nulla di intentato perche’ la Campania ritorni ad avere un apparato produttivo di eccellenza".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©