Politica / Napoli

Commenta Stampa

Russo (Confcommercio): "destinare parte dell'IMU ad iniziative per lo sviluppo"


Russo (Confcommercio): 'destinare parte dell'IMU ad iniziative per lo sviluppo'
21/03/2012, 15:03

“Confcommercio Napoli propone di destinare parte dei proventi dell’Imu al finanziamento degli interventi di riqualificazione dei distretti commerciali urbani. La riqualificazione di una zona dona maggior valore agli immobili e, atteso che su questi è stata introdotta una consistente imposizione, è giusto che parte di queste risorse siano impiegate per miglioramenti delle aree delle città”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Napoli – Imprese per l’Italia, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto “Centri Commerciali Naturali – Esperienze a Confronto 4”, realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Napoli.
“L’obiettivo è quello di evitare interventi a pioggia, a favore di progetti condivisi con il Comune e sottoposti a referendum tra i proprietari degli immobili insistenti e gli operatori commerciali con attività nell’area oggetto dell’intervento”.
“Abbiamo assistito – ha concluso Russo – per troppi anni alla realizzazione di cattedrali commerciali nelle periferie delle nostre città che non hanno fatto altro, in nome di una improbabile modernizzazione della rete distributiva, che distruggere il verde e mettere in ginocchio la rete tradizionale. Napoli deve invece seguire l’esempio di città come Toronto, primo luogo nel mondo dove sono stati realizzati i Centri Commerciali Naturali”.
“Napoli può imparare a fare sistema da grandi esperienze internazionali, considerando il tessuto economico come una risorsa in grado di partecipare al miglioramento della città”, ha spiegato Luigi Di Raffaele, responsabile del progetto “Centri Commerciali Naturali – Esperienze a Confronto”.
“Il progetto – ha ribadito Paolo Zampetti, funzionario di Confcommercio – ha permesso lo studio di importanti realtà mondiali. La soluzione proposta dall’associazione napoletana può portare frutti considerevoli nel medio termine”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©