Politica / Napoli

Commenta Stampa

Il sindaco di Pomigliano

Russo: "Sodano non è un violento"


Lello Russo, sindaco di Pomigliano d'Arco
Lello Russo, sindaco di Pomigliano d'Arco
07/10/2013, 17:24

POMIGLIANO D'ARCO  - Il sindaco di Pomigliano d'Arco Lello Russo esprime la sua vicinanza a Tommaso Sodano per la vicenda che vede il vicesindaco di Napoli condannato a uno anno di reclusione. "Disobbedienza civile? Direi democrazia, perchè, a quanto mi consta, l'allora senatore Tommaso Sodano accompagnò la protesta di oltre 500 commercianti che manifestavano, assieme ai cittadini, contro un'operazione poco chiara". Inoltre Sodano, stando alla sentenza, dovrà risarcire alla città di Pomigliano un risarcimento. ''All'epoca non ero io il sindaco - aggiunge Russo - ma il problema non è Sodano, che conosciamo e che riteniamo lungi dal soggetto violento che ci hanno dipinto le cronache di questi giorni e convinto assertore delle pari opportunità. Il problema è che nessuno ha chiesto nè ai commercianti, nè al popolo presente quel giorno nell'aula consiliare di Pomigliano d'Arco, perchè mai fossero contro l'operazione che si stava consumando. A quanto ricordi, ogni volta che sul territorio si è creato un movimento di protesta, il Pd si è sempre schierato, almeno a parole, al fianco del popolo. In quel caso specifico no. Anzi, c'era così tanta fretta di votare una deliberazione da farli optare per una seduta a porte chiuse. E da lì si è generato tutto, anche gli equivoci". Quanto a Sodano, Russo sottolinea che a Pomigliano "tutti lo conoscono e nessuno pensa che sia un soggetto violento, persino chi non può condividerne idee e posizioni politiche".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©