Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Correrà subito nell'UdC o farà finta di creare un partito?

Rutelli se ne va dal Pd, in polemica con i risultati delle primarie


Rutelli se ne va dal Pd, in polemica con i risultati delle primarie
27/10/2009, 13:10

ROMA - Francesco Rutelli ha ufficializzato oggi la sua uscita dal Pd. Non lo ha fatto in maniera diretta, si è limitato a dire: "Occorre iniziare un percorso diverso, con persone diverse. Davanti a noi c'è un altro tragitto". Ovviamente diverso da quello del partito per cui è stato eletto in Parlamento.
D'altronde non è una novità. Lo stesso Rutelli aveva avvisato già prima dell'estate che i deputati dell'ex Margherita non avrebbero accettato uno spostamento a sinistra del Partito democratico, dimostrato dalla nomina di Bersani alla carica di Segretario.
Quindi adesso le incognite sono due. La prima: si porterà via tutti i parlamentari dell'ex Margherita o lascerà nel Pd una quinta colonna? La seconda: farà prima finta di stazionare nel centro, creando un nuovo partito oppure andrà di corsa a realizzare il "progetto nuova DC"? Infatti - e anche questa non è una sorpresa - è parecchio che si parla di un nuovo partito di centro, che dovrebbe comprendere l'UdC, i fuoriusciti centristi del Pd e poco altro, sostenuti da Pezzotta e da Montezemolo. Un partito di centro, come lo era la DC fino a 20 anni fa, in grado di attirare molti voti che adesso sono dispersi. Ed un partito che di volta in volta cercherà le alleanze più convenienti, per ora, in attesa di tentare di assorbire larghe fette del PdL, se non l'intero partito, quando Berlusconinon ci sarà più.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©