Politica / Parlamento

Commenta Stampa

SABINA GUZZANTI: "SE LA GENTE MI APPLAUDE, NON E' COLPA MIA"


SABINA GUZZANTI: 'SE LA GENTE MI APPLAUDE, NON E' COLPA MIA'
11/07/2008, 11:07

Dopo le polemiche scoppiate per la sua partecipazione al "No Cav Day", Sabina Guzzanti ha deciso di rispondere, con una lettera aperta al Corriere della Sera. In quella lettera la Guzzanti replica a muso duro a chi l'ha attaccata sui media per quello che ha detto, ricordando loro che è questa la libertà. In particolare ha ricordato che i punti del suo intervento più applauditi dagli spettatori sono proprio quelli che i giornali hanno contestato: l'intervento su Mara Carfagna, sul Papa e così via. Inoltre ha anche ricordato che il Presidente della Repubblica può essere attaccato verbalmente se non svolge il suo compito istituzionale, per esempio approvando una legge incostituzionale come il lodo Alfano. E che il Papa non può essere considerato super partes, se interviene ogni momento nella vita sociale e politica italiana: aborto, eutanasia, procreazione assistita, scuola, ecc. ecc.

Infine ha attaccato il PD definendolo "nato per fusione, come le banche", ma lontano dalle esigenze dei cittadini, tanto che i leader stanno perdendo la testa perchè non capiscono la gente. Infine ha ricordato che oggi solo due partiti hanno una vera ed autentica radice popolare: la Lega e l'Italia dei Valori di Di Pietro. Mentre il PD preferisce legarsi all'UDC, che ha in comune il fatto di essere lontano dai cittadini.

Infine ricorda che chi dice che un comico non può fare politica, dimentica che nel momento in cui si parla ad un pubblico, si fa sempre politica. Il problema è che oggi spesso i comici come lei o Beppe Grillo hanno molto più consenso politico dei politici; il che indica come è la politica in declino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©