Politica / Parlamento

Commenta Stampa

SACCONI: LE REGIONI SPENDACCIONE IN SANITA' PAGHERANNO IL TICKET


SACCONI: LE REGIONI SPENDACCIONE IN SANITA' PAGHERANNO IL TICKET
12/07/2008, 17:07

Il ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi ha minacciato oggi di far pagare il ticket in tutte le regioni italiane che hanno speso troppo per la sanità sforando i parametri di virtuosità fissati dal governo.
"E' inevitabile che la loro (delle regioni) inefficienza si possa tradurre in ticket e in aumento della pressione fiscale locale", ha detto il ministro, come si legge in un comunicato diffuso oggi dal ministero. "La doverosa solidarietà nazionale non va confusa con il sostegno a piè di lista dell'incapacità di fare", ha aggiunto.
Sacconi ha garantito che la manovra del governo attuale garantisce alle Regioni le stesse risorse concordate con il precedente governo guidato da Romano Prodi per l'anno 2009 e un ulteriore incremento di quasi cinque miliardi per il biennio successivo.
Secondo il ministro, però, rimane aperto il confronto con quelle regioni che si sono dimostrate inefficienti nella gestione dei fondi per la sanità, che potrebbero essere spinte a migliorare le proprie prestazioni con la minaccia di ripristinare il ticket da 10 euro sulla diagnostica e le visite specialistiche.
"Il confronto tra stato e regioni sulla riorganizzazione del servizio sanitario nazionale va posto nei giusti termini di una maggiore responsabilizzazione delle regioni inefficienti", ha detto Sacconi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©